Il governo col decreto liquidità ha deciso la proroga della sospensione dei processi civili e penali ma non quelli della giustizia amministrativa
martello con a fianco un computer e un mouse

di Gabriella Lax - Torneranno a pieno regime, dal prossimo 16 aprile, i Tribunali amministrativi regionali (Tar) e il Consiglio di Stato. Il governo col decreto liquidità ha deciso la proroga della sospensione dei processi civili e penali ma non quelli della giustizia amministrativa.

Sospensione per i processi civili, penali e tributari

[Torna su]

Il governo ha stabilito la proroga fino all'11 maggio della sospensione dei processi civili, penali e tributari ma non quelli della giustizia amministrativa, a parte la proroga fino al 3 maggio della sospensione della presentazione dei ricorsi. Col decreto liquidità il Consiglio dei Ministri ha disposto ufficialmente la proroga della sospensione delle udienze per i processi civili, penali e tributari. Nessun rinvio, invece, è stato stabilito per i giudizi amministrativi: viene esclusivamente disposta la sospensione del termine per la proposizione dei ricorsi fino al 3 maggio. Fino al 15 aprile il servizio essenziale continuerà ad essere garantito grazie alla trattazione dei procedimenti cautelari.

La giustizia amministrativa sempre in moto

[Torna su]

Ma la giustizia amministrativa non si è mai fermata. In queste settimane sono stati comunque garantiti i servizi essenziali attraverso il cosiddetto Pat, il processo telematico amministrativo sperimentato dal 2016, con oltre 2.300 pronunciamenti a livello nazionale. L'ultimo esempio è l'attività della Sezione consultive del Consiglio di Stato, con le adunanze in videoconferenza che lo scorso 7 aprile, i cui si è discusso l'annullamento straordinario dell'ordinanza del sindaco di Messina, Cateno De Luca, che obbligava i viaggiatori sullo stretto di Messina a registrarsi sul sito del Comune siciliano. Anche in piena emergenza hanno continuato a lavorare la tutela monocratica "pura" (quella prevista per i casi di "estrema gravità e urgenza"), sia la tutela monocratica "atipica", introdotta dalle nuove norme processuali, in sostituzione di quella collegiale. Inoltre il Pat che consentirà la ripresa delle udienze a pieno regime anche dal 16 aprile.

Giustizia amministrativa a pieno regime dal 16 aprile

[Torna su]

Dunque le udienze riprenderanno a pieno regime dal 16 aprile, grazie al funzionamento del Processo amministrativo telematico, al buon esito del test effettuato riguardo ai procedimenti cautelari durante il periodo emergenziale e alle norme che hanno momentaneamente ridisegnato il processo in relazione alle necessità di distanziamento sociale ossia: trattazione solo scritta, con memorie supplementari e collegamento da remoto per i magistrati. La ratio è evitare l'accumularsi di un arretrato poi difficile da smaltire.

Leggi Giustizia: stop udienze fino all'11 maggio

Condividi
Feedback

(09/04/2020 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: