L'accesso alla nuova banca dati sarà possibile per gli avvocati iscritti a Cassa Forense grazie una convenzione speciale dal ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede e dal Presidente della Cassa, Nunzio Luciano
computer telematico

di Gabriella Lax - Cassa Forense sperimenta una banca dati Italgiureweb, gratis per gli iscritti. Tutto questo è possibile grazie ad un accordo col ministero della Giustizia.

Italgiureweb: gratis per gli avvocati

[Torna su]

Per l'accesso gratuito alla banca dati di Italgiureweb è stata firmata una convenzione speciale dal ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede e dal Presidente di Cassa Forense, Nunzio Luciano. Alla cerimonia della sottoscrizione c'erano anche il presidente Francesco Tirelli, segretario generale della Corte, il consigliere. Enzo Vincenti, direttore del c.e.d. della cassazione, l'avv. Andrea Mascherin, presidente del Consiglio nazionale forense, l'avv. Pietro Gancitano, consigliere del ministro per le libere professioni e l'avv. Roberto Uzzau, consigliere di amministrazione di Cassa forense, che ha avviato e condotto le interlocuzioni con il ministero e con la Corte di cassazione su mandato del presidente e del Cda della Cassa.

Caratteristiche della banca dati

[Torna su]

Come specifica un comunicato della Cassa forense, l'accordo darà la possibilità agli iscritti alla Cassa di poter utilizzare gratis il servizio di informatica giuridica del Centro Elettronico di Documentazione della Corte di Cassazione mediante accesso agli archivi Giurisprudenza e Normativa di Italgiuriweb. La banca dati sarà operativa per gli iscritti dopo l'esito positivo del collaudo, da parte dei tecnici del Ministero e di quelli di Cassa Forense, del sistema informatico che dovrà sostenere maggiori accessi ai propri server da parte degli utenti.

Bonafede: «Valorizzazione della giurisprudenza della Corte di Cassazione»

[Torna su]

La proposta della Cassa forense ha trovato terreno fertile al ministero perché, afferma Bonafede «Investimento di stimolo e di slancio mirato sulla qualità che sarà di aiuto per l'intera categoria degli avvocati ed è anche un momento di valorizzazione della giurisprudenza della Corte di Cassazione e della sua funzione nomofilattica, ben consapevoli che la Corte ha un ruolo fondamentale, alla fine, con ricadute che possono essere positive in termini di deflazione del contenzioso». Ma non è tutto perché l'iniziativa ha avuto il sostegno del primo presidente della Corte di cassazione, Giovanni Mammone, che ha evidenziato l'importanza di «una migliore e più ampia conoscenza della giurisprudenza, soprattutto di legittimità, così da indurre evidenti riflessi positivi sulla qualità del contenzioso giudiziario - e, inoltre - coerente con gli obiettivi ordinamentali della Corte che, tramite il suo Centro elettronico di documentazione, svolge un servizio pubblico di informatica giuridica funzionale alla diffusione della conoscenza del dato giuridico globale, quale fattore decisivo per la realizzazione dei valori della certezza e della stabilità del diritto».

Infine, per il presidente della Cassa, Nunzio Luciano si tratta di un «importantissimo obiettivo raggiunto, perfettamente in linea con gli investimenti a sostegno della professione che ormai da un lustro contrassegnano la politica di welfare attivo adottata e sostenuta dai Delegati e dai Consiglieri di Amministrazione della Cassa, ai quali va indirizzato un grande ringraziamento».

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: