Sei in: Home » Articoli

Sbocca cantieri è legge

Condividi
Seguici

La Camera ha votato in via definitiva lo sblocca cantieri che diventa legge nel testo già licenziato dal Senato. Dai commissari alla soglia subappalto alle telecamere negli asili, le novità e il testo
lavoro

di Annamaria Villafrate - Dopo la fiducia della Camera il decreto sblocca cantieri ha ormai concluso il suo iter. L'approvazione definitiva è arrivata con 259 sì, 75 contrari e 45 astenuti nel testo licenziato da palazzo Madama. Le novità del provvedimento, come anticipato in diverse occasioni, sono davvero tante. Quelle che interessano maggiormente riguardano le telecamere negli asili e nei centri di cura, ma anche tutti i cambiamenti che verranno apportati alla disciplina degli appalti, per non parlare di quelle opere infrastrutturali che, nelle intenzioni del Governo, dovrebbero dare una bella spinta all'economia del paese. Il testo (sotto allegato) si avvia ora alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per diventare legge dello Stato.

Ecco le principali novità:

  1. Asili e case di cura con telecamere
  2. Appalti e opere pubbliche
  3. Calamità e sicurezza
  4. Le altre misure

Asili e case di cura con telecamere

Fondo di 160 milioni destinato all'installazione dei sistemi di videosorveglianza nelle scuole dell'infanzia statali e paritarie e nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali, per tutelare minori, anziani e disabili. Un provvedimento normativo apposito dovrà dare attuazione a questi interventi.

Appalti e opere pubbliche

Più libertà ai Comuni non capoluogo che, fino al dicembre 2020 non hanno più l'obbligo di fare gare tramite stazioni appaltanti. Per contratti d'appalto di importo compreso tra i 40.000 e i 150.000 euro si potrà ricorrere all'affidamento diretto dopo aver consultato 3 operatori. Procedura negoziata invece, previa consultazione di un un numero minimo di 10 operatori (che diventano 15 se l'importo raggiunge il milione di euro) se l'importo sale da 150.000 a 350.000. reintrodotto l'appalto pubblico integrato. Quota del 40% sul totale del contratto per l'affidamento in subappalto. Per altri due anni stop al limite di dover scegliere i commissari tra quelli iscritti all'Albo detenuto presso l'Autorità anti-corruzione. Va all'ex Coni (Società Sport e Salute) la committenza delle opere necessarie a perseguire finalità di politica sportiva pubblica. Dal primo settembre del 2019 una società con capitale di 10 milioni di euro darà il via ai cantieri delle opere pubbliche. Nomina governativa dei commissari straordinari per eseguire le opere urgenti per Mose e Gran Sasso.

Calamità e sicurezza

Sarà più semplice realizzare le opere necessarie alle zone sismiche, così come sarà più veloce mettere in sicurezza gli edifici pubblici e creare un sistema di allerta in caso di calamità.

D'ora in poi si potrà infatti presentare la denuncia dei materiali utilizzati dal costruttore delle opere via Pec. Verrà creato un sistema di allerta in caso di calamità naturali, che si basa sull'invio di sms a tutti i cellulari delle zone colpite. Si darà più tempo ai Comuni per iniziare i lavori di messa in sicurezza del territorio, se nel frattempo sono stati avviati progetti per rendere più sicure strade, istituti scolatici ed edifici pubblici.

Le altre misure

I bambini del centro Italia e di Ischia potranno continuare ad andare a scuola sul territorio, anche se manca il numero per garantire il servizio scolastico. Competenza delle Regioni al rilascio delle autorizzazioni a quegli impianti che dovranno provvedere al trattamento dei rifiuti.

Scarica pdf Sblocca cantieri testo definitivo
(14/06/2019 - Annamaria Villafrate)
In evidenza oggi:
» Assegno di divorzio una tantum non deducibile
» Risarcisce il padre la madre che impedisce gli incontri col figlio

Newsletter f t in Rss