Sei in: Home » Articoli
 » Bollette

Energia: bollette più trasparenti e più facile cambiare fornitore

Approvate dall'Europa le nuove regole per creare un mercato dell'elettricità più pulito, più competitivo e in grado di affrontare più efficacemente le emergenze
lampadina che esplode su sfondo scuro

di Gabriella Lax - Nuove regole per creare un mercato europeo dell'elettricità più pulito, più competitivo e in grado di affrontare più efficacemente le emergenze.

Il Parlamento ha adottato in via definitiva quattro nuovi provvedimenti sul mercato elettrico UE, concordate informalmente con i ministri UE alla fine del 2018, col pacchetto "Energia pulita per tutti gli europei".

Ue, mercato dell'elettricità più pulito e più favorevole ai consumatori

L'accordo sul "mercato interno dell'elettricità" (regolamento) è stato approvato con 544 voti favorevoli, 76 contrari e 40 astensioni. L'accordo sulle "norme comuni per il mercato interno dell'elettricità" (direttiva) è stato approvato con 551 voti favorevoli, 72 contrari e 37 astensioni.

Gli obiettivi delle nuove regole sono: vantaggi per i consumatori, tra cui contatori intelligenti, prezzi dinamici e possibilità di cambiare fornitore più rapidamente; soppressione graduale degli aiuti di Stato alle centrali a carbone e nuove misure Ue per prevenire blackout elettrici. Così il mercato proverà ad essere più competitivo e in grado di affrontare più efficacemente le emergenze.

Ue, mercato elettricità: più facile confrontare i prezzi e cambiare fornitore

Grazie alle nuove regole sarà più facile cambiare fornitori di elettricità, senza costi aggiuntivi, in un tempo massimo di tre settimane. I consumatori e le comunità locali potranno partecipare attivamente (dunque non solo come acquirenti), al mercato dell'elettricità. Potranno produrre la propria energia per consumarla ma anche rivenderla alla rete elettrica. E inoltre sarà più facile cambiare fornitori di elettricità, senza costi aggiuntivi, in un tempo massimo di tre settimane. Non più tardi del 2026 il tempo sarà ridotto a un massimo di 24 ore. Nel caso invece di un contratto a scadenza fissa i costi aggiuntivi saranno proporzionati in base alla perdita economica diretta del fornitore. Entro 14 giorni si può recedere da un contratto fatto online o per telefono. Anche le bollette saranno più trasparenti: le nuove regole puntano a modificare la situazione chiedendo ai fornitori di presentare in maniera chiara e comprensibile le informazioni sui consumi di energia e i rispettivi costi.

(30/03/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» I cani possono abbaiare … nei limiti della normale tollerabilità
» Ergastolo: inapplicabilità rito abbreviato, legge in vigore
» Avvocati: arriva l'abolizione dell'esercizio effettivo della professione?
» Anac cerca avvocati
» Cefalea malattia sociale: arriva l'assegno d'invalidit
Newsletter f t in Rss