Sei in: Home » Articoli

Come scrivere un curriculum vitae

Condividi
Seguici

Alcuni consigli per scrivere un buon curriculum vitae. Dai contenuti alla forma del CV, ecco cosa bisogna sapere se si è alla ricerca di un impiego
curriculum vitae scritto a macchina

di Valeria Zeppilli - Chi intende cercare un lavoro, come prima cosa deve scrivere un curriculum vitae adeguato. Si tratta, infatti, di un documento che descrive il potenziale dipendente, descrivendone le esperienze lavorative e formative, le attitudini, le competenze. È, in sostanza, una sorta di biglietto da visita con il quale ci si presenta ai datori di lavoro.

Vediamo, quindi, come scrivere un curriculum vitae:

  1. Il contenuto del curriculum vitae
  2. Curriculum vitae: regole formali
  3. La foto nel CV
  4. Consigli per compilare un curriculum

Il contenuto del curriculum vitae

Partiamo, innanzitutto, dal contenuto.

Nel CV vanno indicati i propri dati anagrafici, le proprie esperienze formative e professionali e le proprie competenze (linguistiche, informatiche e così via).

È poi consigliabile specificare anche i propri interessi extraprofessionali (come attività culturali, hobby, passioni e così via) e indicare quali sono le aspirazioni e le motivazioni professionali.

Se nel curriculum sono presenti dati sensibili o se il datore di lavoro al quale ci si presenta lo richiede, è necessario dare il consenso al trattamento dei propri dati personali.

Vai alla guida Curriculum vitae: guida alla redazione con fac-simile

Curriculum vitae: regole formali

Veniamo, poi, alla forma.

Il CV, infatti, deve essere breve ma non tralasciare elementi fondamentali. Bisogna, a tal proposito, considerare che il datore di lavoro non ha "tempo da perdere" e che un curriculum prolisso potrebbe scoraggiarne la lettura; allo stesso tempo, però, è indispensabile dire tutto per dare una descrizione completa di sé.

Anche in ragione di quanto appena detto, il curriculum deve essere scorrevole e impostato con una formattazione chiara, spaziosa e semplice.

La personalizzazione del proprio CV, poi, non deve sfociare nella connotazione valutativa delle informazioni fornite.

Chiaramente, occhio a non commettere errori di grammatica o battitura!

La foto nel CV

Da non dimenticare, inoltre, che nel curriculum si può anche inserire una foto. L'immagine e l'espressione del volto sono utili a descrivere il candidato.

È però un elemento del tutto discrezionale e di certo non un contenuto essenziale di un buon curriculum vitae.

Consigli per compilare un curriculum

Oltre alle regole generali per la compilazione di un buon Cv, un valore aggiunto da non tralasciare per chi cerca un impiego è senz'altro quello di adattare il contenuto del curriculum all'azienda presso la quale si ambisce di lavorare e alla quale il Cv viene inviato. Per cui, si può prendere come spunto il teaser dell'azienda, o in generale il profilo aziendale, il settore in cui opera e il contesto in cui si trova, per capire a quali attitudini personali dare rilevanza, perchè rispondono al meglio alle esigenze dei propri interlocutori e a quello che gli stessi potrebbero ricercare nei futuri dipendenti.

Per approfondimenti vai alla guida completa Il curriculum vitae con fac-simile

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(18/01/2019 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Via il tenore di vita anche per la separazione
» Non è offesa dire al collega "non sei un vero avvocato"

Newsletter f t in Rss