Sei in: Home » Articoli

Assegni familiari rivalutati dal 2019

Dal 1° gennaio 2019 assegni familiari rivalutati. Ecco le novità e le istruzioni che riguardano anche le quote di maggiorazione sulla pensione
Famiglia circondata da banconote

di Gabriella Lax - Dal primo gennaio 2019 sono rivalutati sia i limiti di reddito familiare per la cessazione o riduzione della corresponsione degli assegni familiari e le quote di maggiorazione di pensione, sia i limiti di reddito mensili per l'accertamento del carico ai fini dei diritto agli assegni stessi. A ricordarlo è la circolare Inps n.125 del 28 dicembre scorso (sotto allegata).

  1. Assegni familiari, cosa sono
  2. Assegni familiari: la rivalutazione 2019
  3. Riconoscimento assegni familiari, limiti di reddito mensili

Assegni familiari, cosa sono

L'assegno familiare, si ricorda, sono un contributo previdenziale erogato dall'Inps a sostegno del reddito delle famiglie di alcune categorie di lavoratori, escluse dalla corresponsione degli assegni per il nucleo familiare.

Vai alla guida Gli assegni familiari

Il documento dell'Istituto di previdenza precisa che le rivalutazioni riguardano soggetti esclusi dalla normativa sull'assegno per il nucleo familiare, ossia coltivatori diretti, coloni, mezzadri e dei piccoli coltivatori diretti (cui continua ad applicarsi la normativa sugli assegni familiari) e pensionati delle Gestioni speciali per i lavoratori autonomi (cui continua ad applicarsi la normativa delle quote di maggiorazione di pensione). Per ciascuno di essi, precisa la circolare, la cessazione del diritto alla corresponsione dei trattamenti di famiglia, per effetto delle vigenti disposizioni in materia di reddito familiare, non comporta la cessazione di altri diritti e benefici dipendenti dalla vivenza a carico e/o ad essa connessi.

Assegni familiari: la rivalutazione 2019

In relazione al tasso d'inflazione programmato per il 2018 è stato pari all'1,7%, gli importi per le prestazioni, come riportati, saranno di: 8,18 euro mensili spettanti ai coltivatori diretti, coloni, mezzadri per i figli ed equiparati; 10,21 euro mensili spettanti ai pensionati delle Gestioni speciali per i lavoratori autonomi e ai piccoli coltivatori diretti per il coniuge e i figli ed equiparati;
1,21 euro mensili spettanti ai piccoli coltivatori diretti per i genitori ed equiparati.

Riconoscimento assegni familiari, limiti di reddito mensili

Dunque i limiti di reddito mensili da considerare per l'accertamento del carico (non autosufficienza economica) e quindi del riconoscimento del diritto agli assegni familiari risultano come di seguito fissati per tutto l'anno 2019 saranno: 722,49 euro per il coniuge, per un genitore, per ciascun figlio od equiparato; 1.264,36 euro per due genitori ed equiparati. Questi limiti di reddito valgono anche, secondo le disposizioni già in vigore e a suo tempo rese note, in caso di richiesta di assegni familiari per fratelli, sorelle e nipoti (indice unitario di mantenimento).

Leggi anche Assegni familiari: quando spettano e a chi

Scarica pdf Circolare Inps n. 125/2018
(04/01/2019 - Gabriella Lax)

In evidenza oggi:
» Danno biologico: le nuove tabelle di Roma sempre più lontane da quelle di Milano
» Un albero per ogni nato: sanzioni in arrivo per i comuni che non adempiono
» L'estradizione
» Addio definitivamente all'assegno di divorzio con la nuova convivenza
» Tasse di successione
Newsletter f g+ t in Rss