Sei in: Home » Articoli

Cassazione: lieve entità anche al pusher che spaccia cocaina e fumo

Le Sezioni unite penali chiariscono che la cessione di droghe diverse non esclude l'ipotesi meno grave
spaccio di droga tra ragazzi

di Redazione - Ipotesi di lieve entità anche per il pusher che spaccia sostanze stupefacenti diverse. Lo hanno affermato le Sezioni Unite Penali con l'informazione provvisoria n. 21/2018 (sotto allegata).

La questione controversa era la seguente: "se la diversità di sostanze stupefacenti, a prescindere dal dato quantitativo, osti alla configurabilità dell'ipotesi di lieve entità di cui all'art. 73, comma 5, dpr n. 309/1990, e , in caso negativo, se tale reato possa concorrere con le fattispecie previste ai commi 1 e 4 del medesimo art. 73".

Per la S.C., la configurabilità dell'ipotesi di lieve entità nello spaccio non è ostacolata dalla diversità delle droghe spacciate.

"La diversità di sostanze stupefacenti – scrivono infatti dal Palazzaccio - non è di per sé ostativa alla configurabilità del reato di cui all'art. 73, comma 5, dpr n. 309/1990, il cui concorso con quelli previsti dai commi precedenti del medesimo articolo dipende dalle circostanze del fatto".

Sezioni Unite Penali, informazione provvisoria n. 21/2018
(28/09/2018 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Manovra e decreto fiscale: le novità punto per punto
» Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Poste Italiane: 7.500 assunzioni nel 2019

Newsletter f g+ t in Rss