Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Pensioni: a settembre la quattordicesima

Dopo un'ulteriore lavorazione d'ufficio, nel mese di settembre arriveranno 48.000 quattordicesime e i pensionati riceveranno a breve la comunicazione
inps id13745

di Gabriella Lax - Già nel mese di luglio i pagamenti della quattordicesima mensilità di pensione sono stati 3.280.000. Bisognerà attendere il mese di settembre per il resto dei pagamenti. La quattordicesima viene attribuita d'ufficio dall'Inps, senza la necessità di presentare domanda, qualora sussistano elementi necessari per la verifica reddituale di ammissione al beneficio.

Pensioni, altre 48.000 quattordicesime saranno corrisposte dall'Inps a settembre

Dopo i pagamenti di luglio, nel mese di settembre, l'istituto di previdenza provvederà a corrispondere altre 48.000 quattordicesime, con questa modalità che «consente una forte semplificazione nell'erogazione dell'emolumento, consentendo nel contempo una maggiore tempestività». Ma come avviene il calcolo delle somme da corrispondere in presenza di determinati requisiti?

Alle elaborazioni d'ufficio l'Inps arriva utilizzando in automatico i redditi da prestazione, memorizzati nel casellario centrale dei pensionati presenti al momento della lavorazione. Nel caso invece dei redditi diversi, vengono esaminati quelli del 2017. Sempre per i redditi diversi da prestazione, se mancano le informazioni utili per il 2017 vengono esaminati i redditi delle ultime campagne reddituali elaborate quindi a ritroso:, i redditi del 2015 e, in subordine, del 2014. Per questi motivi la somma aggiuntiva viene corrisposta in via provvisoria e la sussistenza del diritto sarà verificata a consuntivo sulla base della dichiarazione dei redditi.

Proprio il sollecito fatto dall'Inps a giugno 2018 per la presentazione delle dichiarazioni reddituali, ha fatto sì che fossero registrati i redditi 2015 trasmessi dagli interessati oltre i termini stabiliti: da qui un'ulteriore lavorazione d'ufficio per attribuire la 14esima a nuovi soggetti non pagati nel mese di luglio per assenza di tali dichiarazioni. Dunque a settembre arriveranno 48.000 quattordicesime e i pensionati riceveranno a breve la comunicazione.

Ancora oggi posizioni prive di notizie reddituali successive all'anno 2013 non è stato quindi possibile attribuire il beneficio. I pensionati che ritengano di avere diritto al beneficio, non raggiunti da queste elaborazioni d'ufficio, possono presentare domanda di ricostituzione.

Leggi anche Pensioni: arriva la quattordicesima. Ecco a chi spetta

(24/07/2018 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Gratuito patrocinio: se il ricorso è inammissibile addio compenso all'avvocato
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Quota 100: in pensione prima ma con assegno pi leggero
» Pensioni: arriva la tredicesima
» La prescrizione penale

Newsletter f g+ t in Rss