Sei in: Home » Articoli

Il passo carrabile

Cos'Ŕ il passo carrabile, come fare per richiederlo e quali regole deve rispettare
un passo carrabile

di Valeria Zeppilli - Il passo carrabile, secondo la definizione data dall'articolo 3 del codice della strada, Ŕ l'accesso "ad un'area laterale idonea allo stazionamento di uno o pi¨ veicoli".

  1. Cos'Ŕ il passo carrabile
  2. Passo carrabile: come funziona
  3. Il segnale di passo carrabile

Cos'Ŕ il passo carrabile

Si tratta, in sostanza, di uno sbocco di un'area privata su un'area di passaggio pubblico (ad esempio, di un garage su una strada), identificato da un apposito cartello che permette di uscire liberamente e impedisce che dinanzi ad esso possano sostare veicoli (neanche quelli del titolare del passo carrabile). ╚ in ogni caso permessa la breve sosta per il carico e lo scarico delle merci.

La normativa

La normativa di riferimento per il passo carrabile Ŕ rappresentata dagli articoli 3 e 22 del codice della strada, dall'articolo 46 del relativo regolamento attuativo e dalle discipline locali che ne regolamentano i presupposti, le condizioni e le modalitÓ per il rilascio.

Passo carrabile: come funziona

Infatti, i privati non possono decidere autonomamente di posizionare, dinanzi al proprio garage, al proprio portone o allo sbocco di una strada di loro esclusiva proprietÓ, un passo carrabile, acquistando il relativo cartello, ma devono preventivamente chiedere l'autorizzazione al Comune di riferimento, pagando il costo.

Costi del passo carrabile

La tassa per il passo carrabile, essendo di competenza dell'ente locale, varia da Comune a Comune. Il calcolo avviene per profonditÓ (che in genere Ŕ di un metro) e non per larghezza. Si tratta infatti di una tassa relativa all'occupazione di suolo pubblico.

In alcuni casi, la concessione del passo carrabile avviene a titolo gratuito. Il riferimento va, nel dettaglio, agli accessi ai locali delle Pubbliche Amministrazioni, agli uffici giudiziari, alle sedi delle forze dell'ordine e alle associazioni di volontariato. Non devono pagare la tassa, poi, neanche i portatori di handicap.

Procedura di rilascio

Anche la procedura di rilascio Ŕ disciplinata a livello locale e per avere informazioni su di essa Ŕ quindi necessario recarsi presso lo sportello competente o la pagina dedicata del sito web dell'ente.

In ogni caso, tendenzialmente viene richiesto di compilare una modulistica, nella quale il richiedente deve inserire i propri dati anagrafici, il proprio codice fiscale, l'indicazione di residenza e domicilio e le informazioni necessarie per identificare il locale o l'area interessata. Vanno poi pagate delle marche da bollo iniziali, mentre il canone previsto per la concessione ha in genere cadenza annuale.

Il segnale di passo carrabile

All'esito della procedura di rilascio, il Comune concede al richiedente un segnale apposito che deve essere affisso sul confine tra la proprietÓ privata e il suolo pubblico, in maniera da risultare ben visibile dalla strada.

Il segnale Ŕ legittimo quando riporta i seguenti dati:

  • il nome e lo stemma del Comune che ha autorizzato il passo carrabile,
  • il numero dell'autorizzazione,
  • il segnale di divieto di sosta,
  • la scritta passo carrabile.

La multa per il passo carrabile "falso"

Se queste informazioni mancano, il segnale non ha alcun valore e chi lo utilizza Ŕ assoggettato alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 41 a euro 169.

Realizzazione del passo carrabile

La realizzazione del passo carrabile deve essere fatta nel rispetto di precise condizioni dettate dal regolamento attuativo del codice della strada.

In particolare, il segnale va realizzato osservando le seguenti condizioni:

  • deve essere distante almeno 12 metri dalle intersezioni;
  • deve essere visibile da una distanza pari allo spazio di frenata risultante dalla velocitÓ massima consentita nella strada;
  • deve consentire l'accesso a un'area laterale idonea allo stazionamento o alla circolazione dei veicoli;
  • nel caso in cui l'accesso alle proprietÓ laterali sia destinato anche a notevole traffico pedonale, l'entrata carrabile e quella pedonale devono essere separate.

Passo carrabile provvisorio

Nel caso di apertura di cantieri o altre esigenze simili Ŕ possibile aprire dei passi carrabili provvisori.

Anche in tali casi devono essre rispettate le prescrizioni appena viste, ma, se le distanze dall'intersezione non possono essere rispettate, deve essere disposta un'idonea segnalazione di pericolo.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed Ŕ dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche ľ Diritto del lavoro presso l'UniversitÓ 'G. D'Annunzio' di Chieti ľ Pescara
(11/04/2018 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» RC Auto: al via gli sconti obbligatori
» In arrivo pi¨ ferie e ponti per tutti
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» In arrivo pi¨ ferie e ponti per tutti
» Multa col cellulare in auto anche se non si parla


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Resta aggiornato. Segui StudioCataldi su Telegram      SCOPRI DI PIU'
chiudi