Sei in: Home » Articoli

Canone Rai: nuovo modello per l'esenzione over 75

Emanati modello e istruzioni da parte dell'Agenzia delle Entrate per l'esenzione dal canone tv per gli ultra 75enni con reddito basso. Come fare domanda e chiedere il rimborso se si è già pagato
anziani guardano televisione spostando telecomando

di Marina Crisafi - Niente canone Rai per i contribuenti ultra75enni con reddito fino a 8mila euro. L'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile il modello per la richiesta di esenzione con le relative istruzioni operative da seguire per ottenere l'agevolazione. Non solo. Con il medesimo provvedimento del direttore dell'Agenzia è stato definito anche il modello di rimborso per coloro che, pur potendo godere dell'esenzione, avessero già provveduto a pagare il canone tv.

Ecco come fare:

Canone Rai: chi può richiedere l'esenzione

La richiesta di esenzione, ricordano le Entrate, può essere presentata "dai cittadini che hanno compiuto 75 anni e che, nell'anno precedente a quello per cui si chiede l'esenzione, hanno un reddito familiare (proprio e del coniuge/soggetto unito civilmente) complessivamente non superiore a 6.713,98 euro". Per il 2018 tale limite reddituale è stato elevato a 8mila euro, come previsto dal decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, del 16 febbraio 2018.

Come chiedere l'esenzione dal canone tv

Per usufruire dell'agevolazione, è necessario presentare la dichiarazione sostitutiva di esenzione, utilizzando il modulo presente sul sito dell'Agenzia delle Entrate e su Canone.rai.it (sotto allegato con le relative istruzioni).

Come chiedere il rimborso del canone Rai

Per chi, pur avendo diritto all'esenzione ha già provveduto al pagamento del canone tv, è possibile richiedere il rimborso utilizzando l'apposito modulo (sotto allegato). Con la medesima istanza, si può chiedere contestualmente anche l'esenzione dal canone.

Canone Rai, a chi presentare la richiesta di esenzione

L'istanza per l'esenzione dal canone Rai va presentata, insieme alla copia di un valido documento di riconoscimento, tramite raccomandata senza busta al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.
Sia la richiesta di esenzione che quella di rimborso possono essere trasmesse anche tramite pec, all'indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it purché i documenti siano firmati digitalmente.

Infine, entrambe, possono essere consegnate a mano dall'interessato presso qualsiasi ufficio territoriale dell'Agenzia delle Entrate.

Unc: soglia reddito esenzione sia permanente

La notizia dell'emanazione del nuovo modello di esenzione dal canone Rai per gli over75 è stata ben accolta dai consumatori, sia per il tempo di record con cui è stato approvato, sia perché è già previsto il modello per il rimborso. Così, Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori, il quale tuttavia chiede che "il prossimo Governo renda permanente l'innalzamento della soglia reddituale, attualmente previsto per il solo 2018". Sarebbe assurdo, infatti, prosegue il presidente Unc, "se nel 2019 si tornasse alla vecchia esenzione di 6.713,98 euro. Infine, chiediamo il rispetto della legge di Stabilità 2016 e di estendere, quindi, anche al 2016 e al 2017 questa misura".

L'associazione dei consumatori ricorda che la legge di stabilità 2016 (l. n. 208/2015) prevedeva che le eventuali maggiori entrate per gli anni dal 2016 al 2018 fossero destinate all'ampliamento della soglia di esenzione per gli over 75. Invece, il decreto lo prevede solo per il 2018, nonostante, conclude Dona, "ci siano state maggiori entrate più che sufficienti per estendere l'esenzione anche agli anni 2016 e 2017".

Modello esenzione canone Rai over 75
Istruzioni esenzione canone Rai over 75
Modello rimborso canone Rai over 75
Istruzioni rimborso canone Rai over 75
(07/04/2018 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Gratuito patrocinio: non rileva l'ignoranza ai fini del reato
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole
» Poste Italiane: 7.500 assunzioni nel 2019
» Gestione Separata INPS: stop iscrizioni d'ufficio?
» Buche sul manto stradale: la responsabilità del Comune e dei conducenti

Newsletter f g+ t in Rss