Sei in: Home » Articoli

Giudici onorari: riaperte le selezioni, tempo fino al 29 marzo

A causa dei problemi al sistema informatico per la gestione delle domande il Csm ha riaperto i termini per le selezioni per la nomina di 400 magistrati onorari
clessidra che segna il tempo con soldi a fianco

di Gabriella Lax - E' stata rinviata al 29 marzo la scadenza per partecipare alle selezioni per la nomina di 400 magistrati onorari.

Giudici onorari: scadenza prorogata al 29 marzo

I termini sono stati riaperti dal Csm poichè il sistema informatico che deve gestire le domande è andato in tilt. Il guaio è accaduto proprio il 15 marzo, l'ultimo giorno utile per la presentazione delle candidature. Forse per la mole di domande la piattaforma online non ha retto e agli aspiranti in fila è stato negato l'accesso alle procedure telematiche per la consegna della domanda. Circa 43mila domande presentate da laureati in giurisprudenza con un'età compresa tra 27 e 60 anni.

Le domande riguardano, nello specifico, le procedure di selezione per l'ammissione al tirocinio ai fini della nomina a giudice onorario di pace e viceprocuratore onorario presso le 26 corti d'appello del territorio nazionale, pubblicato il 13 febbraio scorso sulla Gazzetta Ufficiale. La presentazione delle domande può avvenire esclusivamente per via telematica, insieme alla documentazione richiesta, nella sezione del sito del Consiglio Superiore della Magistratura, dedicata alle procedure concorsuali per la magistratura ordinaria.

Istruzioni per presentare le domande

Nella sezione "procedure concorsuali per la magistratura ordinaria", il Csm ha inserito sia le istruzioni per la registrazione sia quelle per la presentazione delle domande, nonché un testo contenente le risposte ai quesiti più frequenti (Faq).

La procedura di selezione riguarda gli uffici giudiziari di tutte le 26 Corti d'appello del territorio nazionale nel limite dei posti individuati per ogni sede e potrà essere presentata domanda a un solo distretto di Corte d'appello e per un massimo di 3 uffici giudiziari del medesimo distretto.

La soluzione alternativa alla via telematica

In caso di prolungata indisponibilità del service (se ne avrebbe comunque notizia pubblicata sul sito del Csm), gli aspiranti magistrati onorari dovrebbero utilizzare strumenti più datati.

Ovvero si tratterà di scaricare dal sito del Consiglio il fac-simile della domanda, compilarla, sottoscriverla e inviarla, insieme alla fotocopia di un documento di identità valido e alla documentazione indicata nel bando.

In quest'ipotesi, l'invio potrà essere fatto tramite casella di posta elettronica certificata o con raccomandata con ricevuta di ritorno. E il termine di spedizione sarebbe posticipato alle 12 del 30 marzo.

La graduatoria

Scaduto il termine per la presentazione delle domande verrà pubblicata la graduatoria provvisoria per ogni ufficio, in base ad un calendario di pubblicazione.

Si potranno consultare le graduatorie nell'area personale del portale del Consiglio, accedendo con l'utenza e la password utilizzate per la presentazione della domanda e selezionando la voce di menù "Graduatoria".

Ogni candidato potrà visionare le graduatorie provvisorie degli uffici e dei posti in relazione ai quali ha indicato la propria preferenza nella domanda.

Contestualmente alla pubblicazione delle graduatorie, gli aspiranti riceveranno sull'account indicato in fase di presentazione della domanda una mail informativa in ordine alla disponibilità delle graduatorie stesse.

Tirocinio e conferimento incarico ai magistrati

I soggetti ammessi dovranno svolgere un periodo di tirocinio di 6 mesi e frequentare obbligatoriamente dei corsi teorico-pratici non inferiori a 30 ore, organizzati dalla Scuola Superiore della magistratura. Alla fine del tirocinio, la Sezione autonoma per i magistrati onorari del Consiglio giudiziario, acquisito il rapporto redatto dal magistrato presso il quale il tirocinio è stato svolto, formulerà un parere sull'idoneità dell'aspirante magistrato onorario e, per ciascun ufficio, proporrà al Csm una graduatoria degli idonei per il conferimento dell'incarico.

Il Csm, sulla base di questa graduatoria (che conserva efficacia per due anni) procederà alla designazione dei magistrati onorari idonei al conferimento dell'incarico in numero pari alle vacanze esistenti in ciascun ufficio giudiziario.

Leggi anche:

- Magistrati onorari: da oggi le domande per partecipare alla selezione

- Bando giudici onorari: entro domani le domande

(26/03/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati d'ufficio: onorari non pagati compensabili
» Il Ctu deve essere pagato da tutti
» Inps: 5mila borse di studio per imparare le lingue
» Assegno di invalidità: l'accertamento dei requisiti per il riconoscimento
» Avvocati: contributi fino a 1.500 euro per strumenti informatici


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss