Sei in: Home » Articoli

WhatsApp: arriva lo scambio di denaro via app

Presto lo scambio di denaro con messaggi WhatsApp. La funzionalitą gią sperimentata in alcuni paesi
donna mostra pagamento effettuato con telefonino

di Gabriella Lax - WhatsApp consentirą lo scambio di denaro tra i contatti. Sono settimane piene di novitą per l'applicazione di messaggistica istantanea che, appena qualche giorno fa, ha aperto alle imprese commerciali per consentire business coi privati.

Leggi: WhatsApp business al via: cos'č e come funziona

WhatsApp consentirą lo scambio di denaro tra i contatti

Come ricorda La Stampa, riportando una news del FactorDaily, lo scambio di denaro con altri account č gią possibile in India, dove alcuni dipendenti di Facebook stanno sperimentando la nuova funzionalitą su versioni preliminari dell'app. Le indiscrezioni circa questo tipo di sperimentazione e l'interesse a verificarne l'utilizzo erano filtrate lo scorso aprile. Adesso la nascita della nuova funzionalitą sembra essere arrivata al capolinea.

WhatsApp, per lo scambio di denaro si sperimenta in India

Non č dato sapere quando si partirą con gli scambi anche nel resto dei paesi. Piuttosto sono chiari i motivi per i quali Facebook ha deciso di partire con l'India: da un lato c'č il sistema di trasferimento del denaro interno a WhatsApp che poggia sulla Unified Payments Interface, infrastruttura statale che consente trasferimenti bancari senza commissioni di alcun tipo. E poi proprio in India, con 200 milioni di utenti attivi a disposizione nel Paese, WhatsApp potrebbe avere molto materiale per perfezionare ogni aspetto del sistema prima di proporlo agli utenti del resto del pianeta. Attualmente, i pagamenti tra utenti, adesso limitati a un numero di utenti veramente ristretto, raggiungeranno a fine marzo 2018 l'1% degli indiani iscritti, per poi essere ulteriormente esteso. Gli scambi riguarderanno solo i privati, sono escluse al momento le transazioni con le aziende ed il relativo business.

(24/01/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Colpo di frusta: si al risarcimento anche senza esami strumentali
» Cassazione: lo screenshot vale come prova
» Cassazione: lo screenshot vale come prova
» Telefono: i costi di disattivazione sono illegittimi
» Ecco chi č Giuseppe Conte, il premier in lizza


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss