Sei in: Home » Articoli

Superticket più leggero per redditi bassi

La commissione bilancio del Senato ha approvato l'emendamento al ddl bilancio che taglia il superticket per i redditi bassi
una piuma bianca su sfondo nero
Normal 0 14 false false false IT JA X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:16px; font-family:Cambria; mso-ascii-font-family:Cambria; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Cambria; mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

di Marina Crisafi - Via libera dalla commissione bilancio del Senato all'emendamento al ddl di bilancio che mira a rendere più "light" il superticket per i redditi bassi.

La norma approvata, a prima firma Luciano Uras (Cp) prevede l'istituzione di un fondo, presso il ministero della sanità, che a partire dal 1° gennaio 2018 avrà a disposizione 60 milioni l'anno per tre anni, per un totale di 180 milioni.

Superticket light per più vulnerabili

La norma approvata vuole assicurare "una maggiore equità e agevolare l'accesso alle prestazioni sanitarie da parte delle persone più vulnerabili" si legge nell'emendamento.

La misura è destinata, nello specifico, ai cittadini "in condizioni di basso reddito" e tiene conto "della differente articolazione delle misure di prelievo finanziario adottate dalle regioni". Una norma "equa – per - le persone e le famiglie che più hanno bisogno di attenzione".

Bonus bebè e superticket, "scelte strategiche"

Le scelte "strategiche e fortemente condivise" operate in Senato consentiranno di far uscire il ddl di bilancio da palazzo Madama con il bonus bebè strutturale e il taglio del superticket. Ad affermarlo il relatore alla manovra, Magda Zanoni, a margine dei lavori della commissione Bilancio. I senatori – spiega l'esponente Pd – "hanno deciso di utilizzare la possibilità di manovra che avevano su temi importanti".

Tra le altre novità che hanno avuto il via libera in Senato, ricorda il relatore, anche i 20 milioni ad anno per fondo per i caregiver, l'istituzione del fondo per gli orfani di femminicidio, il pacchetto di misure per i comuni.

Normal 0 14 false false false IT JA X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:16px; font-family:Cambria; mso-ascii-font-family:Cambria; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Cambria; mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

(28/11/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Multa: possibile l'annullamento in autotutela?
» Avvocati: fino a tremila euro per la formazione
» L'assegno sociale
» Tredicesima: a chi spettano i 154 euro in più?
» Il disconoscimento di paternità - guida con fac-simile


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF