Sei in: Home » Articoli
 » Contratti

Vaticano: addio sigarette dal 2018. Il papa vieta la vendita

Il fumo danneggia la salute e il pontefice ha deciso che il Vaticano non venderà più sigarette ai propri dipendenti
vendita di sigarette tabacchino
Normal 0 14 false false false IT JA X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:Cambria; mso-ascii-font-family:Cambria; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Cambria; mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

di Redazione - Il fumo fa male e danneggia la salute, per cui dal 2018 il papa ha deciso che in Vaticano non saranno più vendute sigarette ai dipendenti. Lo ha fatto sapere il portavoce del Vaticano, Greg Burke in una nota.

Vaticano: stop dal 2018 a vendita sigarette

"Il Santo Padre ha deciso che il Vaticano terminerà la vendita di sigarette ai propri dipendenti a partire dal 2018" recita infatti la nota del portavoce. Il motivo è molto semplice scrive Burke: "la Santa Sede non può contribuire ad un esercizio che danneggia chiaramente la salute delle persone".

E snocciolando i dati, il portavoce ricorda che, secondo l'Oms, "ogni anno il fumo è la causa di oltre sette milioni di morti in tutto il mondo".

Per cui, "nonostante le sigarette vendute ai dipendenti e pensionati del Vaticano ad un prezzo scontato siano fonte di reddito per la Santa Sede – conclude Burke - nessun profitto può essere legittimo se mette a rischio la vita delle persone".

(09/11/2017 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Multe e atti giudiziari: addio alla comunicazione di avvenuta notifica (CAN)
» Cassazione: per il colpo di frusta serve sempre la radiografia
» Quando gli eredi non devono pagare i debiti?
» Calcola il codice fiscale online
» Cassazione: il genitore disoccupato non è esonerato dall'obbligo di mantenere i figli


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss