Sei in: Home » Articoli
 » scuola

Scuola: addio voto in condotta e lode, ecco il nuovo esame di terza media

Firmato il decreto che rende operative le nuove regole dell'esame per la licenza media
insegnante arrabbiata indica con bacchetta lavagna

di Gabriella Lax - Come previsto arriva il nuovo esame per la terza media. L'esame di stato viene rivisto da uno dei decreti attuativi della legge Buona Scuola approvati lo scorso aprile e ora, il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli pone la sua firma sul provvedimento che rende operative le nuove regole. Il passo successivo sarà la circolare inviata alle scuole che contiene le modalità di valutazione del I ciclo previste dalla legge, rispetto alle quali il Miur, insieme alle sedi regionali, provvederà a stabilire interventi di assistenza per il personale della scuola fin dalla prima fase di attuazione.

Leggi anche: Scuola: ecco il nuovo esame di terza media

Le regole per gli esami di terza media

Serviranno all'ammissione agli esami almeno tre quarti del monte ore previsto nell'anno scolastico oltre naturalmente alla partecipazione alle prove Invalsi. Nel caso di una o più insufficienze, la non ammissione all'esame dovrà essere motivata dal consiglio di classe.

Tra le novità: la partecipazione alle prove Invalsi diventa requisito d'ammissione all'esame, ma non incide sulla votazione finale. Inoltre lo svolgimento è anticipato ad aprile e a italiano e matematica si aggiunge l'inglese. Le competenze relative a cittadinanza e Costituzione saranno valorizzate nel corso della prova orale.

Per superare l'esame di terza media secondo il nuovo decreto servirà una votazione finale non inferiore a sei decimi. I più meritevoli potranno ricevere la lode, ma solo su decisione all'unanimità della commissione.

Insieme al diploma arriva un modello nazionale di certificazione delle competenze, risultato della sperimentazione già condotta da circa 2.700 scuole.

(11/10/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Conto corrente: i limiti al pignoramento delle somme versate dall'Inps
» Mantenimento non dovuto al figlio che non vuole lavorare
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss