Sei in: Home » Articoli

Sinistri: entro Natale risarcimenti uguali in tutta Italia per i danni alla persona

Con l'entrata in vigore della legge sulla concorrenza scatta il count-down per la predisposizione della tabella per le lesioni di non lieve entità
una sfera che rompe un tavolo concetto di danni

di Valeria Zeppilli – Il 29 agosto è il giorno in cui entra in vigore la legge annuale sulla concorrenza numero 124/2017, ma non anche il giorno in cui i molteplici effetti della stessa si producono nella loro interezza. Perché tutte le disposizioni divengano operative, infatti, sarà necessario attendere ancora un po'.

Il risarcimento delle lesioni di non lieve entità

Tra le diverse novità a effetto posticipato si rinviene anche una di quelle dalla portata maggiore, ovverosia la previsione della predisposizione di una tabella unica per il risarcimento del danno non patrimoniale da sinistro per lesioni di non lieve entità, valida su tutto il territorio nazionale.

Tale tabella si affiancherà a quella predisposta per le lesioni di lieve entità e renderà uniforme e chiaro l'importo del risarcimento spettante a tutti coloro che, a seguito di un incidente stradale, riportano una menomazione all'integrità psico-fisica compresa tra 10 e 100 punti percentuali.

Tabella in arrivo entro Natale

La predisposizione della tabella è affidata dalla legge sulla concorrenza e sul mercato a un apposito decreto del Presidente della Repubblica da adottare entro 120 giorni dall'entrata in vigore della nuova norma, previa deliberazione del Consiglio dei ministri, fatta su proposta del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro della salute, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e il Ministro della giustizia.

Entro Natale, quindi, dovrebbe essere pronta la strada per perseguire l'intento della nuova norma, ovverosia quello di garantire a tutti un risarcimento pieno ed effettivo e di razionalizzare i costi per le Compagnie di assicurazione (e, con essi, l'ammontare dei premi).

La tabella dovrà indicare anche il valore pecuniario da attribuire a ogni singolo punto di invalidità, comprensivo dei coefficienti di variazione corrispondenti all'età del danneggiato.


Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(30/08/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Casa familiare all'ex anche se la figlia va all'università fuori città
» Arriva la riforma del processo civile
» Agevolazioni legge 104
» Arriva la riforma del processo civile
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali

Newsletter f g+ t in Rss