Sei in: Home » Articoli

La mediazione obbligatoria diventa strutturale

La Commissione bilancio ha dato il via libera all'emendamento alla manovrina che manda a regime il rimedio
mediazione contratto id0

di Valeria Zeppilli - In vista del termine dei quattro anni di sperimentazione della mediazione obbligatoria, fissato per il 20 settembre 2017, la manovrina è divenuta il provvedimento prescelto per rendere strutturale il rimedio, tirandolo fuori dalla precarietà.

La commissione bilancio della Camera, infatti, ha approvato il relativo emendamento apportato dal relatore del provvedimento d'intesa con il Ministero della giustizia, mediante il quale, quindi, la mediazione obbligatoria dovrebbe finalmente andare a regime.

Ora è probabile la fiducia su tutta la manovrina, che deciderà anche le sorti dello strumento di risoluzione stragiudiziale delle controversie di cui alla legge numero 28/2010, il quale, negli anni, ha subito alterne vicende, ma che ora si appresta a divenire strutturale.

Mediazione obbligatoria: le materie

A tal proposito si ricorda che le materie per le quali è previsto l'obbligo di ricorrere al procedimento di mediazione prima di avviare una vera e propria causa sono:

- condominio,

- diritti reali,

- divisione,

- successioni ereditarie,

- patti di famiglia,

- locazione,

- comodato,

- affitto di aziende,

- risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e sanitaria

- risarcimento del danno derivante da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità,

- contratti assicurativi, bancari e finanziari.

Molte di queste sono materie a elevata conflittualità, conflittualità rispetto alla quale, però, la mediazione non ha sempre riportato i risultati sperati. La prospettiva, quindi, è quella di un aggiustamento del sistema che gli permetta, specie ora che dovrebbe divenire strutturale, di esplicare al meglio le sue potenzialità deflattive.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(30/05/2017 - Valeria Zeppilli)

In evidenza oggi:
» L'Agenzia delle entrate-riscossione cerca avvocati
» Il tempo necessario ad indossare gli indumenti da lavoro deve essere retribuito
» Le pensioni di invaliditā
» Le case all'asta rimarranno nel possesso del debitore fino alla vendita
» Le Sezioni Unite sugli interessi dei buoni fruttiferi postali
Newsletter f t in Rss