Sei in: Home » Articoli

A Natale non stare su Facebook… rischi la depressione

I risultati di uno studio danese consigliano una sospensione durante le vacanze natalizie. Ma solo una settimana, altrimenti scatta l'astinenza
uomo che porta occhiali con scritta Facebook

di Marina Crisafi – Troppo tempo su Facebook anche a Natale? Meglio prendersi una pausa, altrimenti si rischia di cadere in depressione. A consigliarlo è uno studio dell'università di Copenaghen, secondo il quale trascorrere il proprio tempo libero su Facebook (aumentato durante le vacanze di Natale rispetto al solito), potrebbe nuocere al nostro benessere psicologico. In particolare, i ricercatori hanno verificato i benefici di una sospensione dai social sulla psiche di oltre mille persone (soprattutto donne) e pubblicato i risultati su Cyberpsychology Behaviour and Social Networking.

Dall'esperimento condotto è emerso che, rispetto a coloro che non hanno mai smesso di usare Facebook, chi ne è stato lontano per un po' ha avuto effetti positivi sull'umore.

I motivi? Secondo i ricercatori la "perfezione" delle vite altrui, parenti, amici e conoscenti, ostentata attraverso i social (anche se spesso non così autentica) farebbe scattare invidia e insoddisfazione. E trascorrere passivamente i minuti ad osservare l'idilliaco Natale in famiglia, o il viaggio esotico degli altri, ad esempio, è in grado di aggravare questo emozioni negative.

Per disintossicarsi, spiegano i ricercatori, potrebbe bastare un giorno alla settimana di disintossicazione e comunque non superare una settimana intera di pausa perché, un periodo più lungo, potrebbe causare astinenza!

(25/12/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Processo civile: nullo il giudizio se l'atto introduttivo è notificato in maniera incompleta
» Diritto all'immagine: scatta il risarcimento per la foto pubblicata senza consenso
» Lavoro: da domani in vigore le nuove regole sulle visite fiscali
» Eredità: la ripartizione dei debiti tra gli eredi
» CTU: la consulenza tecnica d'ufficio nel processo civile


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss