Sei in: Home » Articoli

L'usura sopravvenuta

Le mutate condizioni di mercato e l'usura sopravvenuta
mano che prende soldi chiusi in trappola per topi concetto usura

di Giovanna Molteni - Si parla di usura sopravvenuta quando in un momento successivo alla stipula del contratto, per effetto di un abbassamento dei tassi di interesse riconducibile alle mutate condizioni di mercato, i tassi pattuiti diventano superiori ai tassi soglia. In queste ipotesi, pertanto, un tasso di interesse che era lecito quando il finanziamento è stato concesso diventa illegale successivamente. 

Le contrapposte tesi sulla rilevanza della usurarietà sopravvenuta degli interessi

Secondo una prima lettura interpretativa che ritiene rilevante l'usurarietà sopravvenuta degli interessi, la verifica di usurarietà deve essere riferita al momento del pagamento degli interessi ovvero al momento della relativa maturazione e non già al momento di perfezionamento del negozio. Di contro, secondo l'opposta tesi, il momento rilevante per la valutazione dell'usurarietà delle condizioni contrattuali rispetto al tasso soglia è quello della conclusione del contratto.

Usura sopravvenuta: le implicazioni giuridiche

Secondo un costante indirizzo giurisprudenziale, nel caso di tassi pattuiti sotto soglia che nel corso del rapporto bancario la superino, il tasso che la banca deve applicare è quello previsto dal tasso soglia relativo al periodo di riferimento. Tale tasso sostituisce automaticamente il tasso convenzionale illegittimo. Va da sé che in capo alla banca si configura l'obbligo di rideterminazione degli interessi entro i limiti della soglia di usura e che al cliente non possono essere richiesti i tassi contrattuali eccedenti tale limite.

Il punto di vista dell'Arbitro Bancario Finanziario

Con la decisione di Arbitrato Bancario Finanziario numero 77 del 10 gennaio 2014 si segnala un'inversione di rotta. Il Collegio di Coordinamento abbandona le argomentazioni strettamente connesse alla normativa sull'usura e giunge alla conclusione che il principio di solidarietà e la buona fede contrattuale impongono di considerare le variazioni di tasso del mercato in corso di rapporto, soprattutto nel caso in cui il tasso pattuito superi quello soglia previsto in un certo momento. 
(16/12/2016 - Giovanna Molteni) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Danno parentale: la nuova tabella di Milano
» Pedoni: multe fino a 100 euro per chi sosta in gruppo sui marciapiedi
» Le indagini del pubblico ministero
» Praticanti avvocati: da settembre le nuove regole
» Affido materialmente condiviso: una grossa opportunità per i nostri figli

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss