Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati: fino a 1.500 euro per i cassazionisti

Cassa Forense finanzia il percorso per l'acquisizione del titolo con 100 borse di studio. Domande entro il 30 novembre
foto di una libreria

di Valeria Zeppilli – Negli ultimi tempi, alle orecchie degli avvocati sono giunte finalmente delle belle notizie: Cassa Forense ha diffuso diversi bandi volti a sostenere in vario modo i professionisti del Foro.

Tra questi c'è quello (allegato) relativo all'assegnazione di cento borse di studio per finanziare l'acquisizione del titolo di avvocato cassazionista.

Requisiti

Si tratta di un finanziamento di 1.500 euro, corrisposti in un'unica soluzione, riservato agli iscritti a Cassa Forense che, a seguito del corso disciplinato dal regolamento del CNF numero 1 del 20 novembre 2015, hanno superato la verifica finale di idoneità di cui all'articolo 22, comma 2, legge n. 247/2012.

Altri requisiti per accedervi sono l'età, che deve essere inferiore a 45 anni, la regolarità delle comunicazioni reddituali e il mancato godimento di altre borse di studio o di altri assegni, sussidi o premi aventi la medesima finalità del contributo messo a disposizione da Cassa forense.

Criteri di precedenza

Le borse di studio disponibili, come detto, sono cento e verranno assegnate dando la precedenza ai partecipanti con minore età anagrafica o, in subordine e se l'età è la stessa, tenendo conto dell'anzianità di iscrizione all'Albo degli avvocati.

Domanda

La relativa domanda va inviata a mezzo posta elettronica certificata o a mezzo raccomandata a/r necessariamente entro il prossimo 30 novembre, indirizzandola al Servizio Assistenza e Servizi Avvocatura di Cassa Forense (indirizzo p.e.c.: istituzionale@cert.cassaforense.it – indirizzo postale: via G. G. Belli n. 5 – 00193 – Roma).

Il modulo da compilare (qui sotto allegato) è scaricabile dal sito della Cassa, accedendo all'area modulistica-prestazioni assistenziali, e va corredato della fotocopia del documento di identità e del codice fiscale del richiedente e delle autocertificazioni relative al possesso dei requisiti richiesti per poter beneficiare della prestazione.

Altri bandi

Il bando per il finanziamento dell'acquisizione del titolo di avvocato cassazionista, peraltro e come accennato, non è che uno dei vari bandi messi a disposizione dalla Cassa.

Molto interessante è anche il contributo offerto per l'acquisto di strumenti informatici per lo studio professionale (sul quale leggi: "Avvocati: rimborsi fino a 1.500 euro per gli acquisti tecnologici"), al quale si affiancano ben tre bandi che sono posti a sostegno della genitorialità.

Bando borse di studio cassazionisti
Domanda borsa di studio cassazionista
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(28/11/2016 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Addio definitivo alla Siae
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
In evidenza oggi
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF