Sei in: Home » Articoli
 » scuola

Scuola: ora si studierà anche educazione ambientale

Stanziati 20 milioni di euro per l'introduzione dell'educazione ambientale nei programmi scolastici
alunni scuola

di Redazione - Stanziati 20 milioni di euro dal Pon Scuola per l'educazione ambientale da ora al 2020. Lo prevede il protocollo d'intesa firmato dai ministri dell'istruzione e dell'ambiente, Stefania Giannini e Gian Luca Galletti, e reso pubblico in occasione della conferenza nazionale sull'educazione ambientale e lo sviluppo sostenibile al museo Maxxi di Roma.

I fondi, sino al 2020, proverranno dal Piano operativo nazionale scuola e serviranno a formare insegnanti e studenti, con contenuti affidati al ministero dell'ambiente.

L'impegno, ha commentato la titolare del Miur, "deriva dal primo comma della legge 107 sulla Buona Scuola che prevede l'introduzione dell'educazione ambientale come uno dei principi guida".

La formazione non sarà concentrata soltanto in un'ora, prosegue la Giannini, ma "distribuita in tutta l'attività formativa dei nostri ragazzi: dalla scuola primaria ai più alti gradi dell'istruzione".

Cruciale è la formazione degli insegnanti. "C'è bisogno - ha confermato il ministro dell'istruzione - di una classe di docenti che non sia abbandonata alla propria buona volontà ma inserita in un percorso di formazione strutturale e permanente".

Questi 20 milioni, ha aggiunto il ministro Galletti, "servono per incominciare a portare nelle scuole l'educazione ambientale formando prima di tutto i formatori perché abbiamo bisogno di avere dei bravi maestri ambientali".

Nel corso dell'incontro è stata consegnata ai due ministri la Carta dell'educazione ambientale e dello sviluppo sostenibile, frutto dei 12 tavoli tematici riuniti ieri al Maxxi.

(27/11/2016 - Marina Crisafi)
In evidenza oggi:
» Successioni: dal 1° gennaio 2019 solo online
» Assegno mantenimento figli naturali: quale reato per chi non lo versa?
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato
» Bollette gas: dal 1 gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Cane senza guinzaglio nel cortile del condominio: cosa si rischia

Newsletter f g+ t in Rss