Sei in: Home » Articoli

Acqua: 476 milioni di euro di multe. L'italia paga sprechi e arretratezza

Prima procedura di infrazione inflitta al Belpaese dall'Unione Europea
ruscello acqua id10108

di Gabriella LaxCosteranno 476 milioni di euro all'anno all'Italia le tre multe comminate per infrazioni comunitarie sulle reti idriche

Secondo i dati raccolti dal consiglio nazionale della Green Economy le perdite nelle reti sono stimate tra il 30-40%, gli acquedotti e le reti fognarie soffrono di vecchiaia, il 24% delle condotte e il 27% della rete fognaria ha più di 50 anni. Infine l'8% delle condotte è in cemento amianto, meno della metà degli impianti di depurazione (45%) assicura un trattamento dei reflui almeno secondario e sul fronte qualità, il 2,2% dei campioni è risultato fuori norma con un 9% sulle isole. 

Si tratta di 110 agglomerati condannati secondo la prima procedura di infrazione (in totale sono tre) inflitta all'Italia dall'Unione europea per il mancato adeguamento di impianti e reti di depurazione in tutto il territorio nazionale. La Sicilia, con 43 gli agglomerati di oltre 40.000 abitanti coinvolti con 80 interventi (soltanto Palermo ne ha circa 10), è la regione messa peggio. 

Nel frattempo sono stati avviati 10 interventi ed entro la fine dell'anno ne dovranno partire ulteriori dieci. Nei primi mesi del 2017 saranno avviati i restanti con l'obiettivo di avere una rete idrica funzionante entro il 2020. Gli obiettivi principali restano gli investimenti che latitano. Per il consiglio nazionale della Green economy ammonterebbero a 5 miliardi di euro l'anno gli investimenti necessari per le infrastrutture idriche italiane, ma sono appena un quarto quelli (che influenzerebbero le bollette dei cittadini) effettivamente pianificati. Metà dei quali concentrati in sole 3 regioni: Lombardia, Lazio e Toscana.

Delle inadeguatezze della rete idrica italiana si discute, inoltre, in questi giorni a Venezia, al "Watec Italy 2016", la mostra convegno dedicata al trattamento e alla tutela dell'acqua organizzata dalla società internazionale Kenes Exhibitions. Un confronto costruttivo tra addetti ai lavori, aziende, esperti ed accademici sui temi legati al trattamento e alla tutela dell'acqua. 

(23/09/2016 - Gabriella Lax)
Le più lette:
» La responsabilità oggettiva
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» L'accollo
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
In evidenza oggi
Tari: come chiedere il rimborso dal 2014Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
Cassazione: valida la querela implicitaCassazione: valida la querela implicita

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF