Sei in: Home » Articoli
 » scuola

Scuola: al via la chiamata diretta, caccia al prof migliore

Selezioni basate su curriculum e via Skype. Ecco come funzionerà la Buona Scuola. In allegato le linee guida del Miur
insegnante scuola che mostra contratto evoca professore precario che vuole diritti

di Gabriella Lax - Niente più graduatorie: arriva la chiamata diretta per i docenti, in attuazione delle novità previste dal piano del governo "Buona scuola". Gli insegnanti di ruolo non saranno più assegnati alle sedi scolastiche in base ai parametri di anzianità e punteggi, ma per le loro specifiche competenze.

Dal prossimo anno scolastico i dirigenti scolastici potranno scegliere una parte del corpo docente (il cosiddetto organico dell'autonomia) in base ad esperienze, titoli e formazione. Un cambiamento epocale, così l'ha presentato il Miur, nonostante le rimostranze dei sindacati che lamentano, per la riforma, un eccessivo margine di arbitrarietà lasciato ai presidi. Si tratta di una novità che riguarderà fino a 90mila docenti: 60mila assunti lo scorso anno che, intanto, hanno presentato domanda di mobilità e 30mila che diventeranno di ruolo a settembre tra Gae e concorso.

L'operazione, così come stabilito dal Miur (nelle linee guida qui sotto allegate), si compone di due fasi: la prima a cura dei dirigenti scolastici, la seconda riguarderà gli Uffici Regionali.

Nella prima fase i dirigenti scolastici pubblicheranno appositi avvisi relativi ai posti disponibili, individuando da 3 a 6 caratteristiche (in relazione al piano dell'offerta formativa) richieste ai docenti possibili candidati. Gli avvisi riguarderanno dal 29 luglio le scuole per l'infanzia e la primaria, dal 6 agosto le scuole secondarie di primo grado, dal 18 agosto le scuole secondarie di secondo grado.

Sempre i dirigenti valuteranno i curricula dei docenti presenti nel loro ambito territoriale a partire da quelli che hanno presentato la candidatura.

I prof potranno anche essere sottoposti a un colloquio, in presenza o a distanza.

Tra le novità delle linee guida sulla chiamata diretta a cui dovranno attenersi i dirigenti scolastici per individuare gli insegnanti di ruolo figurano i colloqui di selezione dei docenti che potranno avvenire anche tramite videochiamata (via Skype per esempio). I presidi faranno la loro scelta via mail ed ogni decisione dovrà essere motivata. Seguirà la proposta di incarico agli insegnanti individuati.

I docenti dovranno caricare il loro curriculum sul sistema del Miur (Istanze On Line) dal 29 luglio al 4 agosto per scuole d'infanzia e primaria, dal 6 al 9 agosto per le secondarie di primo grado, dal 16 al 19 agosto per e secondarie di secondo grado. Avranno a disposizione un modello predefinito. Per i docenti rimasti senza una sede alla fine delle procedure, questa verrà individuata dagli Uffici Scolastici Regionali. I docenti potranno optare tra le offerte pervenute dai dirigenti e, sempre via mail, dovranno accettare l'incarico triennale. Questa fase si concluderà il 19 agosto (il 26 per le superiori). Nella seconda fase entrano in azione gli Uffici scolastici territoriali per incrociare domanda e offerta.

La direttiva del Miur sulla chiamata diretta
(24/07/2016 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Mantenimento figli: le linee guida del Cnf sulle spese ordinarie e straordinarie
» Insetti a tavola: dal 1° gennaio in vigore il nuovo regolamento europeo
» Avvocati: ecco le nuove tariffe
» Quanti sono i tentativi di vendita nelle aste di beni immobili?
» Mantenimento figli: le linee guida del Cnf sulle spese ordinarie e straordinarie


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF