Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati: stretta sulla formazione continua

Arriva dal Consiglio dell'ordine di Milano la circolare che richiama gli iscritti all'adempimento degli obblighi formativi
corsi avvocati
di Lucia Izzo - Parte da Milano l'adeguamento degli ordini forensi alle regole per l'attuazione del Regolamento CNF 16 luglio 2014, n. 6 in materia di formazione continua.
Il nuovo regolamento prevede le modalità e le condizioni per l'assolvimento dell'obbligo di formazione continua, ossia in quelle attività di aggiornamento e formazione che il legale è tenuto a svolgere frequentando corsi, seminari e convegni con finalità tecnico-pratiche nelle materie del diritto sostanziale e processuale.

L'Ordine degli Avvocati meneghino ha diffuso una circolare (qui sotto allegata) datata 13 luglio 2016 e volta a comunicare ai propri iscritti le regole per l'attuazione del regolamento summenzionato e per la gestione degli eventi formativi organizzati dall'Ordine.

Il Consiglio dell'Ordine informa gli iscritti non in regola con le disposizioni in materia di crediti formativi che l'inosservanza dell'obbligo di formazione è sanzionato disciplinarmente e, per gli avvocati, è causa di cancellazione dall'Albo per mancanza del requisito dell'esercizio effettivo, continuativo, abituale e prevalente della professione (art. 21 l. 247/2012; d.m. 47/2016).
Con la medesima comunicazione, il Consiglio invita gli iscritti a completare la formazione per il numero di crediti mancanti nel triennio: si rammenta agli iscritti che, nel triennio indicato, sussiste l'obbligo di conseguire almeno 60 crediti, di cui 9 relativi a materia obbligatoria.

A tal proposito, gli iscritti sono tenuti, entro 90 giorni dallo svolgimento/completamento dell'attività formativa attestata, a caricare direttamente nell'area personale del programma Sfera gli attestati di partecipazione a eventi formativi accreditati da altri Ordini o dal CNF, le delibere CNF per pubblicazioni, attestazioni di docenze universitarie.
Per ogni anno del triennio formativo viene effettuata, in modo automatico e solo tra annualità consecutive, la compensazione dei crediti formativi nella misura massima di 5 per anno, con esclusione di quelli maturati per la materia di deontologia ed etica professionale.

Per quanto riguarda la partecipazione agli eventi gratuiti, gli iscritti all'evento formativo attraverso la piattaforma web Sfera hanno la priorità nell'accesso all'aula in cui si tiene l'evento. Tuttavia, se l'iscritto mediante Sfera sia impossibilitato a partecipare all'evento formativo, è tenuto a cancellare la propria iscrizione almeno 24 ore prima del giorno di svolgimento dell'evento stesso. 
La mancata partecipazione per 3 volte nel corso dell'anno, senza che sia stata effettuata la cancellazione, è sanzionata con il blocco della possibilità di iscriversi ad eventi gratuiti per la restante parte dell'anno formativo.

Inoltre, precisa la circolare, al fine di favorire la formazione dei giovani, per gli avvocati e i praticanti abilitati con meno di trentacinque anni di età è riservata l'iscrizione agli eventi gratuiti dell'Ordine fino a un numero massimo di 150 posti, mentre sono riservati ogni anno 2 eventi formativi gratuiti in materia obbligatoria. Infine, per tali soggetti è altresì ridotta la quota di iscrizione agli eventi organizzati da Fondazione Forense Milano/Ordine Avvocati Milano.
COA Milano, circolare 13 luglio 2016
(20/07/2016 - Lucia Izzo)
In evidenza oggi:
» Mantenimento non dovuto al figlio che non vuole lavorare
» Rottamazione-ter: come funziona?
» Riforma pensioni 2019
» Alimenti ritirati dal ministero della Salute: la lista aggiornata
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss