Sei in: Home » Articoli

Caduta dalle scale: niente risarcimento se il danneggiato non dimostra il nesso causale tra caduta e stato dei luoghi

La Cassazione esclude la colpa del custode se non si dimostra che la "cosa in custodia inerte" è potenzialmente dannosa
Uomo che scivola dalle scale

di Valeria Zeppilli - In materia di colpa del custode, la Corte di Cassazione ha chiarito che in caso di caduta sulle scale, il danneggiato deve dimostrare il nesso causale tra la tua caduta e lo stato dei luoghi. In mancanza il custode non è tenuto a risarcire il danno.

Con la sentenza numero 12744/2016, depositata il 21 giugno e qui sotto allegata, la terza sezione civile della Corte di cassazione ha infatti ricordato che, se la cosa in custodia è di per sé statica e inerte e richiede che l'agire di chi la utilizza si unisca al suo modo d'essere, è necessario, per ottenere il risarcimento dei danni, che lo stato dei luoghi sia tale da rendere potenzialmente dannosa l'utilizzazione della stessa.

Solo una volta data la prova del nesso causale tra la cosa in custodia e il danno, diverrà del custode il compito di tentare di esonerarsi da responsabilità dimostrando l'eventuale caso fortuito.

Nel caso di caduta da una scala va quindi dimostrato che la stessa è scivolosa o presenta altre irregolarità.

La Corte precisa anche che il verbo "scivolare" non implica necessariamente che ad essere scivoloso sia il supporto, essendo ben possibile che la causa della caduta sia rinvenuta nella scivolosità delle scarpe.

Corte di cassazione testo sentenza numero 12744/2016
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed � dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche � Diritto del lavoro presso l'Universit� 'G. D'Annunzio' di Chieti � Pescara
(22/06/2016 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Bollette gas: dal 1° gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Gratuito patrocinio: se il ricorso è inammissibile addio compenso all'avvocato
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Stop al divieto delle due lauree
» Quota 100: in pensione prima ma con assegno pi leggero

Newsletter f g+ t in Rss