Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati: al via le iscrizioni online all'albo degli amministratori giudiziari

Dal 30 maggio, la domanda va presentata accedendo al portale dei servizi telematici del ministero della giustizia
tablet computer telematico

di Marina Crisafi - Avvocati e commercialisti interessati ad iscriversi all'albo degli amministratori giudiziari possono farlo direttamente online dal 30 maggio 2016, accedendo al portale dei servizi telematici del Ministero della giustizia (https//pst.giustizia.it). A darne notizia è la stessa via Arenula con una nota pubblicata sul sito, corredata sia del modello di domanda che delle istruzioni per compilarla. Attivato anche un numero ad hoc per le informazioni (0685271244) e l'help desk per l'assistenza tecnica (0685271269).

Chi può presentare domanda

Possono presentare domanda, per la sezione ordinaria, coloro che sono iscritti da almeno 5 anni nell'albo professionale degli avvocati o dei commercialisti, ovvero coloro che hanno già svolto nei 5 anni antecedenti l'entrata in vigore del d.lgs. n. 14/2010 attività di amministratore giudiziario.

Più stringenti i requisiti per la sezione esperti in gestione aziendale, per la quale bisogna anche aver svolto attività professionale di gestione di aziende o di crisi aziendali, ovvero essere iscritti da almeno tre anni in uno dei due albi dei professionisti, avendo frequentato con profitto corsi di formazione professionale post-universitaria in materia.

Per entrambi i professionisti, inoltre, è necessario:

- essere in regola con i crediti formativi professionali previsti dall'ordine di appartenenza;

- aver frequentato con profitto i corsi di formazione post-universitari di secondo livello in materia di gestione di aziende o di crisi aziendale previsti dall'articolo 3, comma 3, del decreto legislativo 14/2010, e in particolare dei corsi previsti dall'articolo 3, comma 8, del decreto del Ministero dell'Università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509 ("Regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei") e successive modificazioni;

- non trovarsi in stato di interdizione temporanea o di sospensione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese;

- non essere sottoposto a misure di prevenzione, salvi gli effetti della riabilitazione;

- non aver riportato definitiva alla pena della reclusione, anche se condizionalmente sospesa, salvi gli effetti della riabilitazione (per delitti previsti dal r.d. n. 267/1942; dal titolo XI del libro V del Codice civile; per delitto non colposi, per un tempo non inferiore ad un anno; per un delitto contro la pubblica amministrazione, contro la fede pubblica, contro il patrimonio, contro l'economia pubblica, per un tempo non inferiore a sei mesi);

- non aver riportato negli ultimi dieci anni provvedimenti disciplinari da parte dall'Ordine professionale di appartenenza.

Il modello della domanda

La domanda va presentata scaricando e compilando il modello (qui sotto allegato), corredato dei necessari documenti indicati, adottato con provvedimento del 18 maggio 2016.

Per chi ha già presentato la domanda in forma cartacea occorrerà inviarla nuovamente in versione telematica, poiché l'albo, sarà tenuto soltanto in formato elettronico.

Il contributo per l'iscrizione

È necessario versare il contributo per l'iscrizione all'albo degli amministratori giudiziari. La modalità prevista è quella del bonifico bancario tramite la tesoreria provinciale di Roma (le cui coordinate bancarie sono: IT51B0100003245348011353100).

Nella causale del bonifico si dovrà fare riferimento alla quota di iscrizione nell'albo degli amministratori giudiziari. Sono comunque validi i versamenti effettuati tramite diversa tesoreria provinciale a condizione che siano riferiti al capitolo di entrata sopra indicato.

Modello di domanda per iscrizione albo amministratori giudiziari
(01/06/2016 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Pensioni: Ape volontaria, pronte le convenzioni
» Diritto di recesso: cos'è e come si esercita
In evidenza oggi
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione
Autovelox: addio multa sul rettilineo senza l'altAutovelox: addio multa sul rettilineo senza l'alt

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF