Sei in: Home » Articoli

Corte Ue: le adozioni di animali oltre confine sono "movimentazioni commerciali" anche se non hanno scopo di lucro

Il traffico va registrato tramite il sistema commerciale Traces e deve svolgersi conformemente al Regolamento Trasporto Animali
cane animali
di Valeria Zeppilli - Un fenomeno molto diffuso a livello europeo, e che sinora ha destato paure soprattutto tra gli animalisti, è quello della movimentazione di animali oltre i confini nazionali per finalità di adozione.

I timori, in particolare, derivavano dalla dubbiosa configurazione di tale attività e dalla mancata tracciabilità degli animali.

Spesso, infatti, veri e propri traffici commerciali venivano spacciati per pratiche di adozione, con notevoli rischi per tutti gli animali, compresi i cuccioli di cani e di gatti.

Dinanzi alla diffusione di tale fenomeno, anche le intense attività svolte per la tutela degli amici a quattro zampe dalle associazioni animaliste non riuscivano a controllarne gli effetti.

Recentemente, però, la Corte di giustizia europea (causa C-301/14) è intervenuta a fare chiarezza, con una sentenza che ha raccolto molte approvazioni: la movimentazione di animali oltre i confini nazionali a fini di adozione deve essere considerata una forma di movimentazione commerciale.

Anche se non genera profitto.

La conseguenza fondamentale di tale orientamento, quindi, è che il traffico dei cuccioli deve essere registrato tramite il sistema commerciale Traces e deve svolgersi in maniera conforme ai requisiti del Regolamento Trasporto Animali.

La speranza, in ogni caso, è che ora la sentenza venga massimamente diffusa e magari che anche a livello normativo si faccia maggiore chiarezza.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(06/01/2016 - Valeria Zeppilli)

In evidenza oggi:
» Addio alle memorie 183?
» Una legge per punire chi avvelena i cani
» La guida in stato di ebbrezza
» Danno biologico: le nuove tabelle di Roma sempre più lontane da quelle di Milano
» Invalidità: i nuovi importi per il 2019
Newsletter f g+ t in Rss