Sei in: Home » Articoli

Cassazione: da sei mesi a due anni a chi omette di versare l'Iva oltre il 27 dicembre dell'anno successivo

È punibile con la reclusione il comportamento del contribuente che non versa l'Iva e che prolunga tale comportamento oltre il 27 dicembre dell'anno successivo a quello a cui ci si riferisce. È questo il principio di diritto che emerge dalla sentenza n. 38619 depositata il 3 novembre scorso. La Corte ha infatti spiegato che “il comportamento del soggetto che non versa l'Iva dichiarata a debito in sede di dichiarazione annuale è equiparato a quello del sostituto che non versa le ritenute risultanti dalla certificazione rilasciata ai sostituti, e sanzionato con la reclusione da sei mesi a due anni.
Per la consumazione del reato – ha chiarito la Corte - non è sufficiente un qualsiasi ritardo, ma occorre che l'omissione del versamento dell'imposta dovuta si protragga fino al 27 dicembre dell'anno successivo al periodo d'imposta di riferimento”.
(21/11/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Processo civile: l'opposizione all'esecuzione
» Designer e architetti: come sfruttare al meglio gli smartphone
» Addio al genitore collocatario: la prima sentenza del tribunale di Lecce
» Equitalia cerca avvocati: domande entro il 27 giugno
» Vaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestà
In evidenza oggi
Divorzio: in arrivo gli accordi prematrimonialiDivorzio: in arrivo gli accordi prematrimoniali
I figli devono garantire assistenza morale e materiale ai genitori anzianiI figli devono garantire assistenza morale e materiale ai genitori anziani
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF