Sei in: Home » Articoli

Contribuenti.it: Class action a gennaio sui rimborsi fiscali

L'Associazione Contribuenti Italiani ha reso noto di aver predisposto una "class action" sui rimborsi fiscali, che partirà nel prossimo mese di gennaio. L'azione avrà il fine di ridurre sensibilmente il debito pubblico e di azzerare, nell'arco di tre anni, tutti i debiti dell'amministrazione finanziaria verso i contribuenti italiani. La questione dei rimborsi fiscali, si legge in un comunicato stampa di contribuenti.it, coinvolge oltre 6,1 milioni di contribuenti italiani. Invece di “attendere 11,2 anni, i contribuenti italiani agiranno collettivamente contro l'Amministrazione Finanziaria per ottenere i rimborsi fiscali nonché il risarcimento di tutti i danni provocati dal ritardato pagamento”. L'iniziativa sarà condotta da KRLS Network of Business Ethics e seguirà il protocollo d'intesa sottoscritto innanzi al Tribunale dei diritti del contribuente il 21 marzo 2005. L'azione - afferma il presidente di Contribuenti.it - rappresenterà per i cittadini e le imprese un importante beneficio che restituirà fiducia ai contribuenti.
(03/10/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Carta d'identità elettronica: al via da oggiCarta d'identità elettronica: al via da oggi
Contratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitoreContratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitore
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF