Sei in: Home » Articoli

Adozioni Internazionali: Ministro per la Famiglia annuncia stanziamento di 16 milioni

Le famiglie italiane che ricorrono alle adozioni internazionali potranno contare su un contributo sulle spese sostenute. E' quanto dichiara il Ministro delle Politiche per la Famiglia annunciando uno stanziamento di 16 milioni di euro. Il contributo sarà destinato a tutte le coppie che nel corso dell'anno 2007 hanno già adottato un bambino all'estero e a quelle coppie che sono ancora in attesa dopo aver incaricato uno degli enti accreditati.
Ogni famiglia avrà diritto ad un contributo di 1.200 euro. Sulla base di quanto dichiara il Ministro l'obiettivo è quello di garantire gradualmente, già dal prossimo anno, il rimborso totale delle spese.
Nell'ottica di rilanciare le adozioni internazionali - si legge nel comunicato stampa del Ministero - "entro il 2008 sarà organizzata una Conferenza nazionale a cui parteciperanno tutti i soggetti coinvolti, dai tribunali dei minori ai servizi sociali, per fare ancora meglio soprattutto riguardo alle procedure e ai tempi di attesa che spesso dipendono dalle regole in vigore nei diversi Stati esteri".
Per le famiglie che intendono adottare un mambino all'estero sarà anche disponibile un numero verde “Linea CAI” per ricevere informazioni e assistenza.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(30/12/2007 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Il reato di violenza privata
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Biciclette: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
» Gli eredi legittimi: chi sono e quale è la differenza con i legittimari
» Colpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
In evidenza oggi
Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanzaDdl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
L'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziarioL'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF