Sei in: Home » Articoli

Cassazione: ingiurie dette in dialetto? E? reato lo stesso

La Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 19967/2006) ha stabilito che si pu˛ offendere anche parlando in dialetto. I Giudici del Palazzaccio, nella fattispecie, hanno precisato che ?le parole usate dall?imputato erano obiettivamente scurrili e lesive dell?onore e del decoro della persona offesa ed erano comprensibili da parte di chiunque, al di la della provenienza dialettale di alcune di esse, in quanto usate in ambito nazionale e riconosciute dalla generalitÓ degli italiani come espressioni ingiuriose, per cui deve ritenersi provato che la persona offesa abbia percepito le espressioni ingiuriose in tutta la loro carica specificamente offensiva, come dalla stessa affermato?.
Leggi la motivazione della sentenza
(31/07/2006 - Avv.Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» Appropriazione indebita: guida legale con articoli e sentenze
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest pu˛ risultare non punibile
» Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
» Obbligare la moglie a discutere Ŕ reato
» Avvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un errore
In evidenza oggi
Diritto alla salute del minore e affievolimento della responsabilitÓ del genitoreDiritto alla salute del minore e affievolimento della responsabilitÓ del genitore
Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimentoSeparazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF