Sei in: Home » Articoli

Cassazione: valide le pattuizioni tra coniugi non trasfuse negli accordi omologati

"Le pattuizioni convenute dai coniugi antecedentemente o contemporaneamente al decreto di omologazione, e non trasfuse nell'accordo omologato, sono operanti soltanto se si collocano, rispetto a quest'ultimo, in posizione di non interferenza (perché riguardano un aspetto che non è disciplinato nell'accordo formale e che è sicuramente compatibile con esso, in quanto non modificativo della sua sostanza e dei suoi equilibri, ovvero perché hanno un carattere meramente specificativo) oppure in posizione di conclamata e incontestabile maggiore o uguale rispondenza all'interesse tutelato attraverso il controllo di cui all'art. 158 c.c". E' quanto ha di recente stabilito la Prima Sezione della Corte di Cassazione (Sent. n.20290/2005) confermando la pronuncia dei giudici di secondo grado i quali avevano escluso l'invalidità dell'accordo intervenuto tra due coniugi separati prima della omologazione avente ad oggetto l'alienazione della casa coniugale, di proprietà del marito ed assegnata alla moglie, e la ripartizione tra loro del ricavato.
Ciò in quanto la perdita dell'abitazione da parte della donna, coniuge assegnatario, era giustificata dall'intenzione di quest'ultima di trasferirsi in un'altra città e comunque compensata dal beneficio economico derivante dall'attribuzione di parte del corrispettivo che le avrebbe consentito di far fronte più largamente alle proprie esigenze ed a quelle della figlia affidatale.
(14/12/2005 - Silvia Vagnoni)
Le più lette:
» Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
» Case cantoniere e stazioni: in gestione gratis agli under40
» Divorzio: l'ex va mantenuta in nome della solidarietà post-coniugale
» Aste giudiziarie: operativo il portale delle vendite pubbliche
» Avvocati: polizze assicurative da adeguare entro l'11 ottobre
In evidenza oggi
Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metriCiclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospettoMulta di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF