Sei in: Home » Articoli

E' in arrivo la nuova revisione degli Studi di Settore

Saranno circa 70 gli Studi di Settore interessati dalla revisione
Immagine del modello sugli studi di settore
Saranno circa 70 gli Studi di Settore interessati dalla revisione per quanto riguarda il periodo di imposta 2014 e per tre di essi l'operazione sarà immediata visto l'alto livello di innovazione tecnologica che li riguarda.

L'aggiornamento periodico degli Studi di Settore è una necessità dovuta al continuo cambiamento dell'andamento economico del paese. 
Per mantenere una reale corrispondenza tra questi studi e l'effettivo livello del mercato la legge 146/1998 prevede revisioni con cadenza triennale rispetto al momento della prima pubblicazione o dell'ultima revisione. Spesso però l'aggiornamento viene fatto annualmente. 

In tal senso è stato approvato dal direttore dell'Agenzia delle Entrate l'allegato 1 del provvedimento del 23/02/2015, con il quale si prevede appunto l'aggiornamento di 70 Studi di Settore per l'anno in corso. Nel dettaglio i settori interessati saranno 26 nel settore dei servizi, 12 in quello delle manifatture, 12 in quello delle attività professionali e 20 nel settore del commercio. Le commissioni di esperti incaricati della revisione sono già al lavoro per stilare i nuovi parametri per la valutazione dei redditi, e presto si saprà se saranno previsti accorpamenti fra Studi, oppure il passaggio di uno o più codici di attività da uno Studio verso un'altro.
(04/03/2015 - G.C.)
Le più lette:
» Inammissibile il ricorso? Cassazione condanna il difensore in proprio al pagamento delle spese legali
» Avvocati: polizze assicurative da adeguare entro l'11 ottobre
» È lecito girare nudi per casa?
» Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
» Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
In evidenza oggi
Per amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratisPer amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratis
Animali in condominio: gli odori sgradevoli sono reatoAnimali in condominio: gli odori sgradevoli sono reato
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF