Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Cassazione: responsabilitÓ disciplinare dell'avvocato che assume l'incarico contro un ex cliente

Corte di Cassazione civile a sezioni unite, sentenza n. 11024 del 20 Maggio 2014.
avvocato toga legge sentenza

di Licia Albertazzi

La corte di cassazione ha affrontato il caso di un avvocato destinatario della sanzione disciplinare della censura per aver accettato un mandato difensivo per sporgere una denunzia-querela a carico di due ex clienti.

L'avvocato interessato impugnava il provvedimento innanzi al Consiglio nazionale forense, che per˛ confermava la sanzione irrogata. Il caso finiva quindi dinanzi alla Corte di Cassazione.

Tra gli altri motivi di doglianza, l'avvocato aveva contestato il difetto di correlazione tra incolpazione e decisione disciplinare. A suo parere il Consiglio dell'ordine prima e il CNF poi avrebbero errato nel prendere in considerazione i presupposti normativi e di fatto utili alla risoluzione del caso di specie (in particolare, confusione tra le due figure del conflitto di interessi e del divieto di assunzione di incarico professionale contro ex cliente).

La Cassazione ritiene il ricorso infondato sulla base del fatto che la regola che l'interessato ritiene non rispettata "pu˛ ritenersi violata esclusivamente in presenza di modificazione degli elementi essenziali della materialitÓ del fatto addebitato, che si traduca in effettivo pregiudizio per la possibilitÓ di difesa" dunque solo in caso di "radicale trasformazione dei profili fattuali della fattispecie concreta che ingeneri incertezza sullo stesso oggetto dell'imputazione". Essendo tale valutazione a discrezione del giudice adito e non ravvisando lo stesso discrepanza tanto importante da poterla classificare come "radicale", il ricorso viene rigettato.

Vedi anche: La responsabilitÓ professionale dell'avvocato. Un'anno di pronunce della Cassazione - Con raccolta di articoli e sentenze

Vai al testo della sentenza 11024/2014
(15/06/2014 - Avv.Licia Albertazzi)
Le pi¨ lette:
» Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
» Pensioni: allo studio lo sconto di tre anni per l'uscita anticipata delle donne
» Per amici e parenti l'avvocato pu˛ anche lavorare gratis
» Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
» Separazione: va mantenuta la ex disoccupata anche se pu˛ trovarsi un lavoro
In evidenza oggi
Divorzio: addio all'assegno alla moglie che va a stare con un altroDivorzio: addio all'assegno alla moglie che va a stare con un altro
Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema CorteCome si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF