Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Cassazione a Sezioni Unite: responsabilitÓ dell'avvocato in tema di assistenza di e contro ex clienti

Corte di Cassazione Civile a Sezioni Unite, sentenza n. 8057 del 7 Aprile 2014
martello sentenza giudice cassazione

di Licia Albertazzi - L'art. 51, comma secondo, del previgente codice deontologico professionale forense (il nuovo testo, allo stesso articolo, prevede i casi in cui l'avvocato deve astenersi dal testimoniare) recitava testualmente: "l'assunzione di un incarico professionale contro un ex-cliente Ŕ ammessa quando sia trascorso almeno un biennio dalla cessazione del rapporto professionale e l'oggetto del nuovo incarico sia estraneo a quello espletato in precedenza. In ogni caso Ŕ fatto divieto all'avvocato di utilizzare notizie acquisite in ragione del rapporto professionale giÓ esaurito. L'avvocato che abbia assistito congiuntamente i coniugi in controversie familiari deve astenersi dal prestare, in favore di uno di essi, la propria assistenza in controversie successive tra i medesimi". I requisiti per poter assistere una parte contro un ex cliente sono quindi molto stretti: oggetto differente e trascorso temporale (almeno un biennio). E' in ogni caso fatto divieto all'avvocato di utilizzare informazioni acquisite in ragione del rapporto professionale precedente. Il divieto di assistere una delle due parti diviene assoluto nel caso il legale abbia assistito congiuntamente i coniugi, ad esempio, in fase di separazione concorsuale.


Nel caso di specie l'Ordine degli Avvocati e il CNF poi confermano la sanzione della censura nei confronti di un avvocato che, dopo aver assistito congiuntamente due coniugi in fase di separazione, ha poi continuato a seguire solo uno dei due in successivo procedimento di revisione delle condizioni di separazione. Secondo le Sezioni Unite sarebbe sufficiente la sola assistenza formale, pur in assenza di conferimento di specifica procura: il dato fattuale, la sostanza, prevale sulla forma, e le Sezioni Unite anche in questo caso confermano tale orientamento interpretativo. NŔ ugualmente rileva la circostanza che in udienza innanzi al Presidente di Tribunale i coniugi avrebbero potuto comparire senza la necessaria presenza di un legale.

Vedi anche: La responsabilitÓ professionale dell'avvocato. Un'anno di pronunce della Cassazione - Con raccolta di articoli e

Vai al testo della sentenza 8057/2014
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(13/04/2014 - Licia Albertazzi)
Le pi¨ lette:
» Diritto all'indennitÓ di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF