Sei in: Home » Articoli

Esecuzione in forma specifica dell?obbligo di concludere un contratto di lavoro

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione (Sent. n. 12516/03) ha affermato che l?art. 2932 Cod. Civ. (Esecuzione specifica dell?obbligo di concludere un contratto) trova applicazione solo laddove la fonte dell'obbligo consenta di determinare tutti gli elementi del contratto, anche nei dettagli, in modo che sia possibile iniziarne l'esecuzione senza che le parti debbano esprimere ulteriori dichiarazioni dirette a precisarne l'oggetto o il contenuto. Tra questi elementi essenziali, precisa la Corte, sono comprese soprattutto le mansioni. Ne consegue che, mancando tale specificazione, in caso di inadempimento dell?obbligo del datore di lavoro, il lavoratore non può esperire il rimedio dell'esecuzione in forma specifica ai sensi dell'art. 2932 c.c., ma ha soltanto diritto all'integrale risarcimento dei danni, ossia al ristoro delle utilità perdute per tutto il periodo del protrarsi di detto inadempimento.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(29/12/2003 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Avvocati: la petizione contro la Cassa forense arriva nei tribunali
» Caduta sulle scale bagnate? Paga il condominio
In evidenza oggi.
Charlie Hebdo: esercizio del diritto di satira o lesione della dignità delle vittime?
Alcune considerazioni di Gino M.D. Arnone relative al macabro accostamento pietanze-morti sono tuttora valide dopo l'ennesima, ripugnante vignetta del settimanale satirico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF