Sei in: Home » Articoli

Cassazione: valida la notifica effettuata presso la dimora di fatto anche se diversa da quella anagrafica

foto posta e risposta id9501

di di Licia Albertazzi - Corte di Cassazione Civile, sezione terza, sentenza n. 11550 del 14 Maggio 2013. La notifica della sanzione amministrativa – e dell'atto giudiziario in genere - deve avvenire presso la dimora di fatto del destinatario. Lo ha confermato la Suprema Corte nella sentenza in oggetto, cassando con rinvio la decisione del giudice di merito.

 

In generale dunque la notifica dell'atto giudiziario, eseguita presso indirizzo diverso da quello di residenza, deve considerarsi valida: “le rilevanze anagrafiche rivestono un valore meramente presuntivo circa il luogo dell'effettiva abituale dimora, il quale è accertabile con ogni mezzo di prova, anche contro le attese risultanze anagrafiche, assumendo rilevanza esclusiva il luogo ove il destinatario della notifica dimori di fatto in via abituale”. La Cassazione adotta dunque il criterio della dimora effettiva, ancorata alla relazione di fatto che si instaura tra questa e il destinatario del provvedimento, a nulla rilevando la circostanza che la residenza o il domicilio anagrafico potrebbe essere differente.

 

Inoltre, la parte interessata può produrre in giudizio ogni elemento probatorio che ritenga opportuno e necessario al fine di provare questa circostanza di fatto.

Infatti “le risultanze anagrafiche possono essere superate da qualsiasi fonte di convincimento, come ad es. la corrispondenza intercorsa tra le parti prima del giudizio, ovvero il comportamento della persona che accetta di ricevere l'atto per conto del destinatario”.

 

Vai al testo della sentenza 11550/2013
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/05/2013 - Licia Albertazzi)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF