Sei in: Home » Articoli

Cassazione: va ridotto assegno a ex moglie disoccupata se ha una qualifica professionale

divorzio separazione mantenimento
Pu˛ essere ridotto l'assegno di mantenimento alla ex moglie disoccupata sulla base dle rilievo che Ŕ in possesso di una qualifica professionale. ╚ quanto ha stabilito la prima sezione civile della Corte di Cassazione (sentenza n.4571/2012) secondo cui occorre tenere conto di quella qualifica come possibile fonte di reddito. La Corte richiama la necessitÓ di tenere conto del dettato normativo con riferimento alla valutazione ponderata comparata delle situazioni di entrambi i coniugi. Nella fattispecie la donna pur essendo risultata priva di mezzi economici non Ŕ stata ritenuta anche priva della capacitÓ di produrre reddito. In primo grado il Tribunale nel dichiarare la cessazione degli effetti civili del matrimonio aveva imposto all'ex marito di pagare un assegno di 700 euro per il suo mantenimento oltre un contributo per mantenere due figli maggiorenni conviventi con la madre. La corte d'appello riduceva la misura del mantenimento per la ex moglie e per i figli facendo rilevare che la donna pur avendo diritto all'assegno aveva la qualifica di insegnante con la possibilitÓ dunque di dare lezioni private o di collaborare con scuole pubbliche o private.
Su queste basi la corte d'appello aveva stabilito la riduzione dell'assegno. Il caso finiva quindi in cassazione che confermava le motivazioni adottate dalla Corte d'Appello.
Scarica il testo della sentenza 4751/2012
(29/03/2012 - N.R.)
Le pi¨ lette:
» Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
» Case cantoniere e stazioni: in gestione gratis agli under40
» Divorzio: l'ex va mantenuta in nome della solidarietÓ post-coniugale
» Aste giudiziarie: operativo il portale delle vendite pubbliche
» Avvocati: polizze assicurative da adeguare entro l'11 ottobre
In evidenza oggi
Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metriCiclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospettoMulta di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF