Sei in: Home » Articoli

Cassazione: domanda di esecuzione in forma specifica di un contratto di compravendita non sempre richiede offerta formale di pagamento del prezzo

casa id10860
In tema di contratto preliminare di compravendita e di esecuzione in forma specifica, non può essere considerato inadempiente il promissario acquirente che nell'ambito di un procedimento per esecuzione specifica non ha formulato offerta per il pagamento del prezzo se nel contratto si era prevcisto che il pagamento dovesse avvenire al momento del passaggio di proprietà. E' quanto ha stabilito la Corte di Cassazione con sentenza n. 24739, depositata il 23 novembre 2011. Secondo la Corte, infatti, ai fini dell'accoglimento della domanda di esecuzione in forma specifica ex articolo 2932 Cc, l'offerta del pagamento del residuo prezzo della vendita deve essere effettuata formalmente soltanto nell'ipotesi in cui il contratto preliminare abbia previsto che il versamento del prezzo debba avvenire in un momento antecedente alla stipula dell'atto traslativo, mentre nella ipotesi di prevista contestualità, non è necessaria una offerta formale, essendo sufficiente la manifestazione dell'intendimento di adempiere la controprestazione, anche implicito, dovendosi osservare che l'offerta della prestazione può ritenersi implicita nella domanda di esecuzione in forma specifica dell'obbligo di concludere il contratto, considerato che la verificazione degli effetti traslativi della sentenza di accoglimento sostitutiva del non concluso contratto definitivo, deve essere necessariamente condizionata dal giudice all'adempimento della controprestazione.
Qui sotto in allegato si riporta il testo integrale della sentenza della seconda sezione civile.
Consulta testo sentenza n. 24739/2011
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/12/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF