Carta di debito

Seguici su Facebook e su G. Plus

La carta di debito, o Bancomat (da qualche anno esiste anche la versione emessa da Poste Italiane per i titolari di un conto corrente postale: il Postamat), viene rilasciata dalla banca ad ogni suo cliente. Con la carta di debito è possibile prelevare denaro presso gli sportelli automatici italiani ed esteri e pagare l'acquisto di beni e servizi presso attività commerciali convenzionate attraverso circuiti POS (Point Of Sale). Inoltre negli ultimi anni, a fronte dell'immensa diffusione dell'utilizzo dei Bancomat, sono stati attivati nuovi servizi a cui accedere tramite carta di debito: pagamento delle bollette, delle ricariche telefoniche per cellulari, degli acquisti online, ecc. Oggi il bancomat è uno strumento quotidiano a cui difficilmente è possibile rinunciare, è una garanzia, perché permette di effettuare acquisti anche in assenza di liquidità o di prelevare piccole somme di denaro in qualsiasi momento della giornata, anche quando le banche sono chiuse.

Le principali differenze tra carta di credito e carta di debito sono:

  • ogni acquisto, o prelievo, effettuato per mezzo di una carta di debito viene addebitato dalla banca sul conto corrente del titolare in tempo reale; mentre gli acquisti pagati, o i soldi prelevati, con una carta di credito vengono rimborsati dal titolare della carta all'istituto emittente in tempo differito (a soldo unico o a saldo rateizzato);
  • l'utilizzo del Bancomat prevede sempre la digitazione del codice personale PIN (Personal Identification Code); mentre per le operazioni di acquisto con carta di credito è spesso sufficiente la firma del titolare della carta;
  • in generale, le carte di debito hanno un costo di gestione annuale minore rispetto alle carte di credito;
  • un acquisto effettuato tramite carta di debito (Bancomat) prevede che gli istituti eroganti applichino una commissione inferiore agli esercenti;
  • le carte di debito sono utili per il pagamento, o il prelievo, di piccole somme di denaro per gli acquisti di tutti i giorni, poiché solitamente hanno un limite di spesa mensile inferiore rispetto a quello previsto dalle carte di credito.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Arricchisci questa guida con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss