Secondo quanto rende noto il Ministero della Salute sono stati sequestrati ad opera del Comando Carabinieri dei Nas, prodotti alimentari scaduti e in cattivo stato di conservazione e sono state chiuse più di 21 strutture a causa delle precarie condizioni igienico-sanitarie dei locali. Sarebbero circa sette le tonnellate di frutta congelata scaduta sei mesi o prodotti in cattivo stato di conservazione e circa 6.200 kg di formaggi e semilavorati di varia natura scaduti e invase da muffe . "Mi congratulo per l'azione svolta dai NAS a tutela della salute dei cittadini consumatori - ha dichiarato il Sottosegretario alla Salute, con delega alla sicurezza alimentare, On. le Francesca Martini. "L'intensa attività di controllo da parte dei NAS e il perseguimento capillare di ogni illecito - continua l'Onorevole Martini - ha portato all'azione di provvedimenti rigorosi diretti alla tutela dei cittadini. La sicurezza alimentare è una priorità delle mie azioni di governo e ribadisco la tolleranza zero nei confronti di chi pone a rischio la salute e il benessere dei cittadini".
Condividi
Feedback

(28/09/2009 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Rapporti genitori separati e figli: il vademecum degli avvocati civilisti
» Pochi spiccioli di reddito di cittadinanza? Niente bonus coronavirus!