Sei in: Home » Articoli

Cassazione: dopo l'incidente non riesce più a fare sesso? Va risarcito il danno esistenziale

Condividi
Seguici

La Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. 2311/2007) ha stabilito che deve essere riconosciuto il cd. danno esistenziale a chi, a causa di un sinistro stradale, subisce un trauma per cui non riesce più ad avere rapporti sessuali.
Secondo la Cassazione, infatti, il diritto alla sessualità rientra tra i diritti umani inviolabili e, conseguentemente, la perdita o comunque la compromissione (anche solo psichica), della sessualità costituisce di per sé un danno esistenziale meritevole di essere risarcito.
In particolare la Corte ha ricordato che il diritto alla sessualità è tutelato dalla stessa Costituzione che lo inquadra "tra i diritti inviolabili della persona, come modus vivendi essenziale per l'espressione e lo sviluppo della persona".
Con questa decisione la Corte ha accolto il ricorso di un giovane single rimasto impotente in seguito a un incidente automobilistico a responsabilità esclusiva dell'altro conducente.
(08/02/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Abolire l'ora di religione e sostituirla con educazione civica
» Bollette luce e gas: le novità da luglio
» Quattordicesima 2019, quando arriva e a quanto ammonta
» Minaccia aggravata per chi insulta l'amministratore di condominio
» Bollette luce e gas: le novitą da luglio

Newsletter f t in Rss