Sei in: Home » Articoli

Codacons: 'Conto base per pensionati e meno abbienti non ci convince'

pensionati consulente id9942
Il viceministro Vittorio Grilli, il direttore generale della Banca d'Italia Fabrizio Saccomanni e il Presidente dell'Abi Giuseppe Mussari hanno presentato il conto base per pensionati e meno abbienti, ma il Codacons, attraverso un comunicato stampa, ha dichiarato di non essere convinta dell'iniziativa. “Più che un regalo ai pensionati e ai più poveri sembra un regalo alle banche, l'ennesimo che il Governo fa agli istituti di credito” ha dichiarato il Presidente dell'associazione Carlo Rienzi, alludendo al fatto che il conto verrebbe presentato come gratuito, ma i prelievi allo sportello e i bonifici eseguibili sarebbero limitati a sei. “E per tutti gli altri prelievi agli sportelli e bonifici quale sarà il costo a carico degli utenti che apriranno il conto? E quali i costi relativi ad operazioni non specificate, come ad esempio i bonifici all'estero o altre operazioni eseguite allo sportello da anziani notoriamente poco pratici col web?” si è chiesto ancora Carlo Rienzi, aggiungendo che non vorrebbe che il risultato ultimo dell'operazione fosse quello di legare alle banche gli 850.000 pensionati che ancora non possiedono un conto corrente. Per questa ragione il Codacons starebbe maturando l'ipotesi di effettuare quanto prima un esposto all'Antitrust, il quale dovrebbe secondo l'associazione valutare se si tratta di un caso di pubblicità ingannevole in relazione alla gratuità presunta del conto base.
(25/04/2012 - Andrea Proietti)
Le più lette:
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Pensioni: Ape volontaria, pronte le convenzioni
» Diritto di recesso: cos'è e come si esercita
In evidenza oggi
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione
Autovelox: addio multa sul rettilineo senza l'altAutovelox: addio multa sul rettilineo senza l'alt

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF