condominio casa palazzo
POSTA e RISPOSTA n.248 torna sul tema tanto caro dell'amministrazione dei CONDOMINI ed ospita l'intervento di dante@desimonifranzosi.it giuntomi alle h.12:09 del 21 feb '12: "Non è necessario 'osare' per controllare un rendiconto di un condominio, è sufficiente richiederlo all'amministratore, se questo non è possibile, è il momento di cambiare l'amministratore. Anche per il controllo del rendiconto non servono delle tecniche particolari, ne agenti della 'Digos'; sono sufficienti gli estratti conti del c/c del condominio, (se così non fosse si cambia l'amministratore) e le documentazioni di spesa e si fa il controllo parallelo, con un po' di tempo e di pazienza; tutti i dati devono essere incrociati e corrispondenti, oltre ai versamenti dei condomini che devono sempre entrare sul c/c, anche se versati in contanti presso l'amministratore, devono successivamente transitare per il c/c del condominio". - Euclideo il Tuo pensiero, caro Dante.
Altri articoli di Paolo Storani | Law In Action | Diritti e Parole | MEDIAevo | Posta e risposta
Condividi
Feedback

(23/02/2012 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilitÓ civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
In evidenza oggi:
» Pochi spiccioli di reddito di cittadinanza? Niente bonus coronavirus!
» Coronavirus: proroga misure fino al 13 aprile