Sei in: Home » Articoli

Plenum Csm approva risoluzione su processo breve: sarebbe amnistia

In seguito ad un lungo dibattito che ha trovato i voti contrari dei soli consiglieri laici del Pdl Marini, Palumbo, Zanon e Romano, è stata approvata la risoluzione sul processo breve dal Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura. La risoluzione sul cd. "processo breve" firmata dai Consiglieri Aniello, Nappi, Calvi Fuzio e Virga, lancia l'allarme sul potenziale impatto negativo della norma sui processi pari ad un'amnistia.Il rischio, che si corre, come ha evidenziato uno dei firmatari della risoluzione, è che "la logica della prescrizione sia quella dell'oblio" e ha inoltre definito come "ingannevole" l'etichetta di processo europea alla norma sul processo breve.
"E' dovere del Csm - ha evidenziato Nappi - denunciare il rischio connesso con l'approvazione di questo emendamento e il danno che ne potrà derivare". I consiglieri contrari alla risoluzione, Marini, Palumbo, Zanon e Romano, hanno invece palesato tutto il loro dissenso più che sulla sostanza del contenuto del provvedimento, sulla legittimità del parere stesso e cioè sulla presunta impossibilità da parte del Csm di emettere pareri, favorevoli o contrari, sui disegni di legge in discussione in Parlamento.
Altre informazioni su questo argomento
(08/04/2011 - Luisa Foti)

In evidenza oggi:
» Cassazione: colpo di frusta senza radiografia
» La compensazione delle spese offende la professione forense
» La madre perde la figlia se sussistono gli 8 sintomi dell'alienazione parentale
» Infiltrazioni d'acqua: il condominio non responsabile
» Ddl Mobbing: 4 anni di carcere e multe fino a 100mila euro
Newsletter f t in Rss