Sei in: Home » Guide Legali » Procedura Civile » Luogo di notificazione dell'impugnazione

Luogo di notificazione dell'impugnazione

L'articolo 330 c.p.c. individua il luogo in cui notificare l'impugnazione, dettando delle regole che, se non rispettate, rendono la notifica nulla

Guida di procedura civile

Laddove una parte decida di impugnare una sentenza, al fine di individuare il luogo ove notificare l'impugnazione devono essere distinte due diverse ipotesi.

  1. Dove notificare l'impugnazione
  2. Notifica dell'impugnazione agli eredi
  3. Notifica dell'impugnazione alla parte personalmente
  4. Notifica dell'impugnazione: violazione della disciplina

Dove notificare l'impugnazione

Se nell'atto di notificazione della sentenza la parte ha dichiarato la sua residenza o ha eletto domicilio nella circoscrizione del giudice che la ha pronunciata, è in tale luogo che va effettuata la notifica.

In tutti gli altri casi, invece, la notifica avviene presso il procuratore costituito o presso la residenza dichiarata o il domicilio eletto per il giudizio. 

Notifica dell'impugnazione agli eredi

Nel caso in cui la parte sia defunta dopo la notificazione della sentenza, la notifica dell'impugnazione può essere fatta impersonalmente e collettivamente agli eredi nei luoghi in cui potrebbe essere legittimamente fatta al defunto, ovverosia in quelli in cui aveva dichiarato la residenza o eletto domicilio o presso il procuratore costituito, secondo le regole viste nel paragrafo precedente. 

Notifica dell'impugnazione alla parte personalmente

L'articolo 330 del codice di procedura civile, che è quello che si occupa del luogo di notificazione dell'impugnazione, prevede poi un'ipotesi residuale che si verifica quando manchino la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio o, in ogni caso, quando sia trascorso un anno dalla pubblicazione della sentenza: in tali circostanze, l'impugnazione, se è ancora ammessa dalla legge (si pensi, ad esempio, all'impugnazione del contumace), va notificata personalmente a norma degli articoli del codice di rito che si occupano in generale delle notificazioni.

Notifica dell'impugnazione: violazione della disciplina

Se la disciplina codicistica relativa alla notifica delle impugnazioni viene violata, la notificazione deve reputarsi nulla. Si tratta, tuttavia, di una nullità sanabile nel caso in cui si proceda a rinnovare la notifica o la parte convenuta si costituisca comunque in giudizio.

Se, invece, la notifica non rispetta il modello legale, la stessa si reputa inesistente e l'impugnazione deve ritenersi inammissibile.


Aggiornamento: novembre 2019

Condividi
Seguici
Feedback

Newsletter f t in Rss