Pubblica amministrazione - spese varie

Indice della guida

Auto blu A partire dal 2013 si dovrà destinare solo il 50% dell'importo della spesa effettiva sostenuta nel 2011 per le auto destinate alla Pubblica amministrazione; l'ammontare destinato a tali spese dovrà includere l'acquisto di nuove auto, costi di manutenzione, noleggio ed esercizio di autovetture, oltre che l'acquisto di buoni taxi. Tale limite potrà essere derogato, solo per il 2013, per tutti quei contratti di durata pluriennale ancora in corso. I contratti di noleggio o locazione potranno però essere ceduti alle Forze di polizia e gli autisti destinati a diverse mansioni, oppure, qualora possibile, restituiti all'amministrazione di provenienza.

Verranno fatte eccezioni per il Corpo nazionale dei vigili del fuoco e per i servizi istituzionali di tutela dell'ordine e sicurezza pubblica.

 

Buoni pasto Il valore dei buoni pasto destinati ai lavoratori nella Pubblica amministrazione viene fissato a 7 euro, anche per i quadri dirigenziali. Tutte le disposizioni normative e contrattuali che prevedevano condizioni economiche più favorevoli verranno rese nulle a partire dal 1° ottobre 2012.

 

Ferie e riposi Ferie e riposi spettanti al personale, anche quello dirigenziale, dovranno essere fruiti secondo gli ordinamenti amministrativi di appartenenza e non daranno diritto a trattamenti economici sostitutivi. La violazione comporterà la restituzione della somma corrisposta e il dirigente responsabile sarà soggetto a provvedimenti disciplinari. Cedolini Anche l'emissione di cedolini dovrà essere uniformata su tutto il territorio nazionale; le amministrazioni dovranno fare riferimento solo ed esclusivamente al Mef per stipulare convezioni, in modo da rendere omogeneo il sistema di pagamento degli stipendi. In questo modo si dovrebbero abbattere le spese del 15%.

 

 

 

Condividi
Seguici
Feedback

Newsletter f g+ t in Rss