Enti - soppressione

Molte società ed enti statali verranno cancellati così da tagliare su spese per servizi non necessari, o che possono essere svolti da amministrazioni o ministeri già esistenti. In questo modo si potrà risparmiare circa 1 miliardo per il 2012 e ben 3 per il 2013. Tra quelli in via di estinzione:

 

Arcus spa Società vigilata dal Mibac e dal Mit, si occupa di promozione legata ad eventi o beni culturali e del mondo dello psettacolo. Tutte le attività sinora svolte verranno prese in carico dal ministero dei Beni culturali.

 

Associazione studi cooperativi Luigi Luzzatti L'associazione si è sinora

occupata di promozione della cultura cooperativa; essendo un ente strumentale del ministero dello Sviluppo economico, sarà lo stesso a portarne avanti l'attività.

 

Isvap e Covip Prevista anche la soppressione di Isvap (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) e Covip (Commissione di vigilanza sui fondi pensione), il cui operato verrà proseguito dall'Ivarp (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni e sul risparmio previdenziale). L'Ivarp lavorerà in stretto contatto con le strutture della Banca d'Italia, in modo da poter garantire un maggior controllo su risparmi e fondi assicurativi grazie ad un più stretto collegamento con la vigilanza bancaria. Inoltre si potrà avere un risparmio di almeno il 10% rispetto ai costi di funzionamento dei due enti soppressi. L'Ivarp diventerà operativo entro 120 giorni dal decreto.

 

Ente nazionale per il Microcredito Venne creato nel 2011 per coordinare la promozione e controllare gli strumenti microfinanziari promossi dall'Unione Europea. La soppressione dell'ente avverrà entro 30 giorni dall'entrata in vigore del decreto.

 

Fondazione Valore Italia La fondazione aveva il compito di promuovere il design italiano, anche attraverso la realizzazione di un'esposizione permanente. Le attività verranno portate avanti da ministero dello Sviluppo economico.

 

Centro Tipologico Nazionale E' stato annullato l'accordo societario tra Mit e Comune e Provincia di Catanzaro e Regione Calabria relativo al CTN. Il Centro consortile no-profit si occupa di organizzare e gestire il Laboratorio Tipologico Nazionale, finalizzato a trattare e distribuire atti e documenti relativi all'Edilizia residenziale pubblica.

 

Condividi
Seguici
Feedback

Newsletter f g+ t in Rss