Sei in: Home » Guide Legali » Guide di diritto penale » Irrilevanza del fatto

Irrilevanza del fatto

L'irrilevanza del fatto è, nel processo minorile, una causa di non punibilità che determina l'emanazione di una sentenza di non luogo a procedere 

Cos'è l'irrilevanza del fatto

[Torna su]

L'irrilevanza del fatto commesso dal minore e a questo penalmente contestato si verifica quando lo stesso sia caratterizzato da tenuità  e risulti che il comportamento sia solo occasionale.

La richiesta di non luogo a procedere

In presenza di tali presupposti, il pubblico ministero che, nel corso delle indagini preliminari, ritenga che la prosecuzione del procedimento possa mettere a repentaglio le esigenze educative del minore chiede al giudice l'emanazione di sentenza di non luogo a procedere per irrilevanza del fatto.

La decisione del giudice sull'irrilevanza del fatto

[Torna su]

Una volta ricevuta la richiesta del PM, il giudice, dapprima, sente il minorenne, l'esercente la potestà  genitoriale e la persona offesa dal reato e, poi, decide in camera di consiglio valutando con cura tutti gli elementi a sua disposizione.

Se accoglie quanto richiestogli dal pubblico ministero, emana sentenza di non luogo a procedere nei confronti del minore.

Se, invece, non la accoglie, dispone con ordinanza che gli atti siano restituiti al PM.

La sentenza di non luogo a procedere per irrilevanza del fatto è pronunciata d'ufficio nell'udienza preliminare, nel giudizio direttissimo e nel giudizio immediato, laddove ne sussistano i presupposti di carattere generale (tenuità  del fatto, occasionalità  del comportamento e rischio di compromissione delle esigenze educative).

L'illegittimità  costituzionale

A tale ultimo proposito va segnalato che la Corte costituzionale, con sentenza n. 149/2003, ha sancito l'illegittimità  costituzionale della disciplina dell'istituto in commento nella parte in cui prevede che la sentenza di proscioglimento per irrilevanza del fatto possa essere pronunciata solo nell'udienza preliminare, nel giudizio immediato e nel giudizio direttissimo.

Irrilevanza del fatto: impugnazione

[Torna su]

In ogni caso, sia il minorenne che il procuratore generale possono proporre impugnazione presso la corte d'appello, che, laddove dovesse decidere di non confermare la sentenza di primo grado, disporrà  la restituzione degli atti al PM.

Data: 8 aprile 2020