Lo spoils system

Cos'è e in cosa consiste il sistema dello spoils system che consente la collocazione di persone di fiducia nell'apparato burocratico


Indice della guida di diritto amministrativo
A cura di Maria Luisa Foti
Modifica questa guida


Lo Spoils System è un meccanismo in forza del quale gli alti dirigenti della pubblica amministrazione ricoprono il loro incarico solo finché resta in carica il soggetto politico che ha vinto le elezioni e vengono "destituiti" al momento in cui cessa il suo mandato.

Indice: 

Spoils system: cos'è e come funziona

Lo Spoils system è una pratica nata negli Stati Uniti nel corso dell'Ottocento e che si è diffusa in Italia a partire dagli anni novanta del Novecento.

In base al suo meccanismo, gli organi politici come i Ministri, il Consiglio dei ministri, il Presidente della Regione e il Sindaco possono scegliere le figure dirigenziali di vertice dell'ordinamento. 

Il sistema è organizzato in modo tale che i tempi degli incarichi non eccedano la durata dell'organo politico che ha nominati. 

La disciplina dello Spoils system

Lo Spoil system, in Italia, è attualmente regolato dalla legge n. 145/2002, che prevede, all'articolo 6, che "le nomine degli organi di vertice e dei componenti dei consigli di amministrazione o degli organi equiparati degli enti pubblici, delle società controllate o partecipate dallo Stato, delle agenzie o di altri organismi comunque denominati, conferite dal Governo o dai Ministri nei sei mesi antecedenti la scadenza naturale della legislatura, computata con decorrenza dalla data della prima riunione delle Camere, o nel mese antecedente lo scioglimento anticipato di entrambe le Camere, possono essere confermate, revocate, modificate o rinnovate entro sei mesi dal voto sulla fiducia al Governo". 

La Corte costituzionale sullo Spoils system 

La Corte Costituzionale è stata chiamata in più occasioni a verificare la compatibilità dello Spoils system con il nostro sistema costituzionale.

La sentenza n. 103/2007

Con la sentenza n. 103 del 23 marzo 2007, ad esempio, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 3, comma 7, della legge 145/2002, nella parte in cui prevede che gli incarichi dirigenziali interni cessino automaticamente al di fuori delle ipotesi di una accertata responsabilità dirigenziale in presenza di determinati presupposti ed all'esito di un procedimento di garanzia puntualmente disciplinata. 

La sentenza n. 161/2008

Con un'altra sentenza (20 maggio 2008, n.161) la Corte ha ribadito questo concetto: il meccanismo di Spoil System automatico, non supera il vaglio di legittimità degli artt. 97 e 98 della Costituzione, ledendo il principio di buona amministrazione sotto il profilo della continuità dell'azione amministrativa: la cessazione automatica di un incarico, può comportare la disfunzione dell'apparato amministrativo. 

La sentenza n. 23/2019

Più di recente, con la sentenza n. 23/2019 la Consulta ha invece dichiarato la legittimità costituzionale dello Spoils system previsto per i segretari comunali, giustificandola in ragione della particolare disciplina che regolamenta tale figura e delle molteplici e variegate funzioni alla stessa attribuite, che rendono la previsione di tale meccanismo un "un non irragionevole punto di equilibrio tra le ragioni dell'autonomia degli enti locali, da una parte, e le esigenze di un controllo indipendente sulla loro attività, dall'altro".

Leggi anche Spoils system: il nuovo intervento della Consulta

Aggiornamento: febbraio 2019
Condividi
Seguici
Feedback

Newsletter f t in Rss